Italia markets open in 7 hours 52 minutes

Anche Microsoft, Reebok, Adidas e Ford stoppano la pubblicità su Facebook

Chiara Merico
Anche Microsoft, Reebok, Adidas e Ford stoppano la pubblicità su Facebook

Si allunga l’elenco delle grandi aziende che hanno deciso per protesta di ritirare le loro campagne pubblicitarie dai social di Menlo Park, Facebook e Instagram

Via da Facebook (e da Instagram): è sempre più lunga la lista delle aziende che, sull'onda della mobilitazione di Black Lives Matter (e in vista delle elezioni presidenziali Usa), stanno ritirando le loro campagne pubblicitarie dal social network più grande al mondo e dalla sua controllata Instagram.

SCARSO CONTRASTO ALL’ODIO ONLINE

La motivazione, secondo le accuse, risiederebbe nel fatto che Facebook non farebbe abbastanza per contrastare l'odio online. Nell’elenco ci sono grandi nomi come Unilever e Honda, e da poco si sono aggiunte, secondo quanto scrive Cnbc, Adidas e Reebok.

HP E FORD PRONTE A RIVEDERE LA LORO STRATEGIA

Anche Hewlett-Packard, in un comunicato, ha fatto sapere che sospenderà la pubblicità su Facebook ed è in procinto di "rivedere" la propria strategia sui social media; mentre secondo Reuters Ford è in procinto di fermare gli spot per tutto luglio.

MICROSOFT ABBANDONA LA PIATTAFORMA

A fare scalpore è stata la notizia riguardante Microsoft, che già a maggio aveva sospeso la sua pubblicità su Facebook e Instagram negli Usa e recentemente ha esteso il provvedimento a livello globale, a quanto rivela Axios citando una chat interna del gruppo. Microsoft sarebbe in realtà preoccupata per dove vengono mostrati i suoi annunci, non per le politiche di Facebook, ma nei fatti cambia poco: un altro grande inserzionista in questo momento ha deciso di non rimpinguare le casse della piattaforma social di Mark Zuckerberg.