Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.046,99
    +5,40 (+0,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    329,02
    -8,48 (-2,51%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1969
    +0,0056 (+0,47%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,82%)
     
  • EUR/CHF

    1,0818
    +0,0021 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,5530
    +0,0028 (+0,18%)
     

Anche a Piazza Affari è forte rialzo nel giorno delle elezioni americane

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
Anche a Piazza Affari è forte rialzo <br /> nel giorno delle elezioni americane
Anche a Piazza Affari è forte rialzo
nel giorno delle elezioni americane

Le Borse europee continuano la seduta in positivo, aspettando l’apertura dei seggi per le presidenziali Usa. A Milano brillano le banche e i titoli oil, con il Brent che supera i 40 dollari al barile

A due ore dall’inizio delle contrattazioni, le Borse europee continuano la seduta in rialzo, in attesa delle elezioni Usa, con i seggi che apriranno alle 12 (ora italiana). Gli investitori, dunque, lasciano da parte i timori per i nuovi contagi da Covid, con le nuove restrizioni introdotte in Europa. I listini recuperano punti dopo la raffiche di vendite della scorsa settimana. Francoforte segna +2,12%, Parigi +2,30%, Madrid +1,74% e Londra +1,90%.

PIAZZA AFFARI ACCELERA

Milano avanza del 2,55%, trainata dalla corsa delle banche e dei titoli oil, in linea con il resto d’Europa. In forte rialzo Bper Banca, che segna un +5,6%, balzo anche per Atlantia con +4,5% e Leonardo +3,8%. Recupera il petrolio, con il Brent che supera quota 40 dollari (+3,44%): a beneficiarne Saipem che cresce del +3,8%.

IN ATTESA DELLE ELEZIONI USA

Gli analisti non hanno molti dubbi: lo scenario peggiore per i mercati finanziari sarebbe quello di un esito contestato. Una prospettiva di questo tipo, potrebbe quasi certamente far aumentare la volatilità sui listini. Un risultato chiaro, sia in caso di vittoria di Biden, oppure di Trump, porterebbe maggiore tranquillità sui mercati. Se dovesse prevalere il candidato democratico, allora le imprese attive nei settori delle infrastrutture e, in particolare, in quello ambientale, potrebbero trarne vantaggio.

BORSE ASIATICHE IN VERDE

Nel giorno della sfida tra Trump e Biden, chiudono in deciso rialzo anche le principali Borse cinesi, in scia alla buona seduta di ieri di Wall Street. Tokyo è chiusa per festività. L’indice di Shanghai ha chiuso in rialzo dell’1,4% a 3271,07 punti, quello di Shenzhen ha recuperato l’1,4%, a 2255,08 punti. In deciso rialzo anche Hong Kong che mette a segno un guadagno del 2%.