Italia markets open in 7 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2143
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    26.654,60
    +26.654,60 (+0,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    653,79
    -23,11 (-3,41%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

Ancorati ai 22.000 punti

Alessio Zavarise
·1 minuto per la lettura

Piazza Affari si mantiene a galla grazie alle altre piazze che, pur lievemente, aggiornano i loro massimi di periodo: il nostro FtseMib, con i suoi massimi decrescenti, conferma la perdita di forza relativa, ma riesce al momento a respingere un segnale di inversione, oscillando sempre attorno ai 22.000 punti.

I mercato sono in questo momento non tanto esaltati dal vaccino, ma supportati da una liquidità “straordinaria” fornita dalle banche centrali, soprattutto sui bond e questo sta creando una bolla che purtroppo prima o poi scoppierà, e inevitabilmente si farà sentire anche sull’azionario.

Tecnicamente rimaniamo dell’idea che il FtseMib rimanga sempre proiettato sul supporto a 21.000 punti, che fungerà da spartiacque per il trend di medio periodo; ripresa con obiettivi a 22.500 e 23.600 o accelerazione ribassista verso il successivo supporto in area 20.000/19.800, e con possibile estensione fino ai 19.000 punti, in caso di deciso ribasso del mercato americano.

Operativamente si consiglia di mantenere le posizioni ribassiste sull’indice in ottica di copertura portafoglio o trading; chiuderle parzialmente in area 21.500 e poi a 21.000. 

In caso di superamento della resistenza a 22.500 di FtseMib, si potranno impostare solo operazioni rialziste veloci, considerate comunque ad alto rischio. 

 

Autore: Alessio Zavarise Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online