Italia markets closed

Anita: sospesi ancora i divieti di circolazione dei mezzi pesanti

Red/Rar

Milano, 22 mag. (askanews) - Anita, l'asssociazione di Confindustria che rappresenta le imprese di autotrasporto merci e logistica, "ringrazia la Ministra De Micheli per aver accolto la richiesta di rinnovare ulteriormente la sospensione dei divieti di circolazione e firmato il decreto che congela il calendario per i prossimi 24, 31 maggio e 2 giugno. Un'ottima risposta che permette ai trasportatori di soddisfare la domanda di trasporto in crescita dopo la riapertura delle attività sospese".

"E' un prezioso riconoscimento dell'importante ruolo che giocano la logistica e il trasporto - ha commentato Thomas Baumgartner, Presidente Anita - Durante il lockdown per l'emergenza Covid-19 finalmente tutti hanno capito quanto sia vitale garantire rifornimenti di ogni genere alla collettività, all'industria e alle attività commerciali e quanto sia indispensabile un sistema di trasporto e logistica efficiente e con infrastrutture adeguate. Occorre adesso fare un altro passo. Il trasporto di merci non deve più essere messo in secondo piano rispetto alle esigenze di mobilità delle persone e tanto i divieti di circolazione per i soli mezzi pesanti quanto la precedenza data alla circolazione dei treni viaggiatori rispetto a quelli merci, devono essere superati, così come avviene in altri Paesi".

"Già oggi, ma ancor più nei prossimi mesi, saremo tutti chiamati a fare ogni sforzo per risollevare il nostro sistema economico-produttivo e recuperare margini di produttività persi durante l'emergenza sanitaria. Il futuro è ancora incerto - ha proseguito Baumgartner - e per questo motivo è importante garantire la mobilità delle merci al pari di quella delle persone, nell'interesse del sistema economico e degli stessi cittadini. Lo ha dimostrato la crisi sanitaria, durante la quale il settore ha assicurato rifornimenti negli ospedali e generi di prima necessità".

"Sono certo che questa consapevolezza si è ben radicata nell'animo di ogni cittadino italiano ed ora è compito del Parlamento e del Governo intervenire urgentemente, eliminando - ha concluso il presidente di Anita - le norme che impongono divieti di circolazione per i mezzi pesanti e i colli di bottiglia infrastrutturali per permettere al Paese, dopo oltre dieci anni di stagnazione, di riprendere una crescita pari o superiore a quella degli altri Paesi industrializzati".