Italia markets close in 6 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    27.003,33
    -134,65 (-0,50%)
     
  • Dow Jones

    35.719,43
    +492,40 (+1,40%)
     
  • Nasdaq

    15.686,92
    +461,76 (+3,03%)
     
  • Nikkei 225

    28.860,62
    +405,02 (+1,42%)
     
  • Petrolio

    72,43
    +0,38 (+0,53%)
     
  • BTC-EUR

    44.564,27
    -1.185,77 (-2,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.305,02
    -16,26 (-1,23%)
     
  • Oro

    1.789,70
    +5,00 (+0,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1279
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.686,75
    +95,08 (+2,07%)
     
  • HANG SENG

    23.996,87
    +13,21 (+0,06%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.261,74
    -14,46 (-0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8520
    +0,0012 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0430
    +0,0012 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4238
    -0,0009 (-0,06%)
     

Annuncio alla tavola rotonda kENUP: BioNTech intende aprire un impianto mRNA in Africa a metà 2022

·6 minuto per la lettura
  • BioNTech firma un memorandum d'intesa con il governo del Rwanda e l'Institut Pasteur de Dakar. I lavori di costruzione del primo impianto di produzione di mRNA in Africa inizieranno a metà 2022

  • Il primo impianto di produzione diventerà un centro in una solida rete di produzione decentralizzata e completa in Africa

  • Lo sviluppo e l'implementazione di una rete di produzione regionale e scalabile permetterà una capacità produttiva annuale di diverse centinaia di milioni di dosi di vaccino mRNA

KIGALI, Rwanda, October 27, 2021--(BUSINESS WIRE)--BioNTech SE oggi ha annunciato che la Società prevede di iniziare la costruzione del primo impianto produttivo all'avanguardia per vaccini a mRNA nell'Unione Africana a metà 2022. Si tratta della prossima fase degli sforzi di BioNTech per implementare soluzioni sostenibili di fornitura completa di vaccini sul continente africano. La decisione è il risultato di un incontro tra il Ministro della Salute del Rwanda, Dott. Daniel M. Ngamije, il Ministro degli Affari Esteri del Senegal, Aïssata Tall Sall, Ugur Sahin, M.D., CEO e Cofondatore di BioNTech e Sierk Poetting, COO di BioNTech, oltre al Dott. Sabin Nsanzimana, Direttore generale del Rwanda Biomedical Centre e al Dott. Amadou Alpha Sall, Direttore generale dell'Istituto Pasteur di Dakar a Kigali, in Rwanda. L'incontro si è tenuto dietro l'invito della kENUP Foundation come evento accessorio del Second Ministerial Meeting of the African Union and the European Union (Seconda riunione ministeriale dell'Unione Africana e dell'Unione europea) e il risultato è stato un Memorandum d'intesa (MoU). Questo giunge dopo che le parti hanno firmato un Comunicato congiunto durante un incontro precedente tenutosi a Berlino il 27 agosto 2021.

"Vorrei ringraziare tutti i partecipanti dell'incontro di oggi per il supporto e la fiducia nella costruzione del primo impianto di produzione di mRNA nell'Unione Africana. Insieme, lavoreremo per sviluppare una rete produttiva regionale per sostenere l'accesso ai vaccini prodotti in Africa, per l'Africa", ha dichiarato Ugur Sahin, M.D., CEO e Cofondatore di BioNTech. "Il nostro obiettivo è sviluppare vaccini nell'Unione Africana e stabilire capacità di produzione sostenibile di vaccini per migliorare insieme l'assistenza sanitaria in Africa. Abbiamo fatto grandi progressi nelle ultime settimane, e questo ci aiuterà a trasformare questi piani in realtà".

Sierk Poetting, COO di BioNTech ha aggiunto: "Il nostro obiettivo è accelerare la costruzione di una struttura di produzione certificata GMP e pianificare l'avvio dei lavori edili a metà 2022. Il MoU sottolinea il fatto che il tempo è un fattore critico per il successo nello sviluppo della produzione sostenibile di vaccini per l'Unione Africana. Abbiamo ultimato la pianificazione e i materiali iniziali sono già stati ordinati".

Le parti sono d'accordo sulla realizzazione congiunta immediata di strutture produttive complete per vaccini a mRNA in Africa. BioNTech ha ultimato i piani di costruzione e ordinato i materiali, che saranno consegnati entro metà 2022. La nuova struttura di produzione potrebbe diventare il primo hub in una solida rete africana di produzione decentralizzata e completa che rende possibile una capacità produttiva annuale di varie centinaia di milioni di dosi di vaccino a mRNA.

BioNTech prevede lo sviluppo e l'implementazione di una rete di costruzioni scalabili basata sull'esperienza e sulle conoscenze derivate dall'esperienza dell'impianto produttivo della Società a Marburg. Per consentire un'impostazione opportuna di capacità produttive secondo gli standard GMP, BioNTech inizierà con la costruzione e convalida di una prima linea di produzione che consente la fabbricazione di prodotti farmaceutici per circa 50 milioni, ad esempio, di dosi di vaccino anti-COVID-19 all'anno, una volta totalmente operativa. La capacità verrà aumentata in maniera sequenziale aggiungendo ulteriori linee e sedi produttive alla rete di produzione sul continente, supportando la produzione di varie centinaia di milioni di dosi di vaccino a mRNA.

BioNTech inizialmente fornirà il personale, sarà proprietaria e gestirà l'impianto per sostenere l'avvio rapido e sicuro della produzione di dosi di vaccino a mRNA. BioNTech prevede di trasferire le capacità produttive e le conoscenze a partner locali. Pertanto, BioNTech, Rwanda Development Board e Institut Pasteur de Dakar in Senegal hanno acconsentito a preparare rapidamente le capacità e i sistemi di risorse umane necessarie in modo che le aziende collaboratrici possano rilevare la proprietà e le mansioni operative. Nel contempo, la Repubblica del Rwanda e l'Institut Pasteur de Dakar si sono impegnate ad aumentare le capacità di riempimento e finitura per completare il processo produttivo completo locale. Inoltre, BioNTech sta discutendo un'espansione dell'attuale collaborazione con il produttore di vaccini di Città del Capo Biovac, che fa parte della rete produttiva di vaccini anti-COVID-19 Pfizer-BioNTech.

Il Dott. Daniel Ngamije, Ministro della Salute della Repubblica del Rwanda: "Portare la produzione completa di vaccini biologici in Africa è essenziale per la sicurezza sanitaria e la prosperità del nostro continente. Il Rwanda si impegna a collaborare con l'Unione Africana, l'Unione europea, BioNTech e altri collaboratori tecnologici per trasformare tutto questo in realtà prima possibile".

"La collaborazione BioNTech non solo costruirà l'infrastruttura fisica ma rafforzerà anche la capacità umana in Africa per sviluppare le più avanzate tecnologie di produzione dei vaccini", ha affermato il Ministro degli Affari Esteri, Aïssata Tall Sall. "Con decenni di esperienza nella produzione di vaccini contro la febbre gialla, l'Institut Pasteur de Dakar è pronto a collaborare con BioNTech per affrontare la sfida dello sviluppo dei vaccini a mRNA per l'Africa".

La Dott.ssa Monique Nsanzabaganwa, Vicepresidente, African Union Commission: "Lavorando insieme, nello spirito di questo incontro, l'Unione Africana, l'Unione europea, importanti partner tecnologici, e altre parti interessate, possono dare contributi decisivi e coordinamento efficace nella lotta contro questa pandemia e sfide sanitarie future".

Jutta Urpilainen, Commissario dell'Unione europea per le collaborazioni internazionali: "Sono fiera di accogliere questa prossima fase concreta verso la produzione di vaccini a mRNA in Africa, per l'Africa. Attraverso la nostra Team Europe Initiative sulla produzione e l'accesso a vaccini, farmaci e tecnologie sanitarie a livello locale, l'Unione europea si impegna a trasformare questa iniziativa in un successo".

Il Dott. Matshidiso Moeti, Direttore regionale per l'Africa dell'Organizzazione mondiale della sanità: "Strutture all'avanguardia come questa saranno un salvavita e una novità rivoluzionaria per l'Africa e potrebbero portare a milioni di vaccini all'avanguardia prodotti per gli africani, da africani, in Africa. Questo è anche essenziale per trasferire le conoscenze e il know-how, creando nuovi posti di lavoro e competenze, finendo col rafforzare la sicurezza sanitaria in Africa. L'OMS è pronta per lavorare con paesi per incrementare il loro impegno nella produzione di vaccini".

Holm Keller, Presidente esecutivo di kENUP Foundation: "L'eguaglianza globale dei vaccini è essenziale per accelerare la fine della pandemia. L'annuncio di oggi è un'importante prossimo passo verso la produzione sostenibile di vaccini in Africa. Siamo grati ai nostri collaboratori per il loro contributo decisivo e il loro incessante impegno per rendere la produzione africana di vaccini una realtà".

L'iniziativa è allineata con la Team Europe Initiative sulla produzione e l'accesso a vaccini, farmaci e tecnologie sanitarie (MAV+) condotta dalla Commissione europea in collaborazione con gli Stati membri dell'UE e la Banca europea per gli investimenti.

Per maggiori informazioni, consultare www.kenup.eu.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Vedi la versione originale su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20211026006341/it/

Contacts

Tobias Mac-Lean, maclean@kenup.eu, +4915116744480

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli