Italia markets close in 5 hours 56 minutes
  • FTSE MIB

    24.418,22
    -22,66 (-0,09%)
     
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,32
    +2,08 (+2,69%)
     
  • BTC-EUR

    15.895,12
    +161,11 (+1,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    389,46
    +9,17 (+2,41%)
     
  • Oro

    1.769,30
    +14,00 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0384
    +0,0040 (+0,38%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.942,85
    +7,34 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8632
    -0,0012 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    0,9859
    +0,0046 (+0,47%)
     
  • EUR/CAD

    1,3952
    +0,0003 (+0,02%)
     

Apple, spedizioni di iPhone rallenteranno per restrizioni Covid in Cina

Un uomo tiene in mano un iPhone 14 mentre i nuovi modelli di Apple Inc. vengono messi in vendita in un Apple Store di Pechino

(Reuters) - Apple prevede una riduzione delle consegne dei modelli iPhone 14 rispetto a quanto precedentemente previsto, a seguito di un significativo taglio della produzione in uno stabilimento cinese in cui si sono registrati contagi di coronavirus, che ha ridotto le prospettive di vendita per le festività di fine anno.

La solida domanda per i nuovi iPhone ha aiutato Apple a rimanere un fenomeno raro nel settore tecnologico globale, colpito dall'aumento dell'inflazione e dei tassi di interesse.

Ma l'azienda di Cupertino è ora vittima della rigorosa politica cinese "zero-Covid-19", che ha già spinto molte aziende globali, tra cui Estee Lauder e Canada Goose a chiudere negozi nel Paese e a tagliare le previsioni per l'intero anno.

"L'impianto sta attualmente funzionando a capacità significativamente ridotta", ha spiegato Apple in un comunicato di domenica, senza precisare l'entità dell'impatto sulla produzione.

"Continuiamo a vedere una forte domanda per i modelli iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max. Tuttavia, ora ci aspettiamo una riduzione delle consegne rispetto a quanto previsto in precedenza".

Il mese scorso Reuters ha riportato che la produzione di iPhone di Apple potrebbe crollare fino al 30% in quello che è uno degli stabilimenti più grandi del mondo nel mese di novembre a causa dell'inasprimento delle restrizioni anti-Covid-19 in Cina.

Nello stabilimento principale di Zhengzhou, nella Cina centrale, che impiega circa 200.000 persone, si è diffuso il malcontento per le severe misure imposte per contenere la diffusione del Covid-19, portando molti lavoratori ad abbandonare il sito.

La società di ricerche di mercato TrendForce ha affermato la scorsa settimana di aver tagliato le previsioni di consegne di iPhone per il trimestre che si chiude a dicembre di 2-3 milioni di unità, rispetto agli 80 milioni precedenti, proprio a causa dei problemi dell'impianto di Zhengzhou, aggiungendo che, secondo la sua indagine, il tasso di utilizzo della capacità produttiva della fabbrica è ora intorno al 70%.

Apple, che ha lanciato le vendite dei nuovi iPhone a settembre, ha detto che i clienti dovranno aspettarsi tempi di attesa più lunghi per ricevere i nuovi prodotti.

L'azienda di maggior valore al mondo, con una capitalizzazione di mercato di 2.200 miliardi di dollari, ha previsto in ottobre una crescita dei ricavi inferiore all'8% nell'ultimo trimestre dell'anno.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Claudia Cristoferi)