Italia Markets closed

ArcelorMittal perde 516 mln euro nei primi nove mesi 2019

webinfo@adnkronos.com

ArcelorMittal, il più grande gruppo siderurgico del mondo, ha registrato nei primi nove mesi del 2019 una perdita di 572 milioni di dollari (516 milioni di euro) a fronte di un utile di 3.956 milioni di dollari (3.572 milioni di euro) registrato un anno prima, secondo la multinazionale, che ha rivisto al ribasso le sue aspettative di domanda di acciaio negli Stati Uniti e in Europa. 

I conti di ArcelorMittal includono un impatto straordinario negativo di 1.100 milioni di dollari (993 milioni di euro) in relazione alle misure attuate per l'acquisto di ArcelorMittal Italia e al deterioramento del valore delle immobilizzazioni di ArcelorMittal Usa, rispetto ai 595 milioni di dollari (537 milioni di euro) registrati tra gennaio e settembre 2018. 

Il fatturato dell'acciaieria si attesta a 55.101 milioni di dollari (49.758 milioni di euro), in calo del 4,5% rispetto ai primi nove mesi dell'anno precedente, mentre il margine operativo lordo (Ebitda) è sceso del 48,6% a 4.270 milioni di dollari (3.856 milioni di euro). 

Nel terzo trimestre, ArcelorMittal ha registrato perdite per 539 milioni di dollari (487 milioni di euro), contro un utile netto di 899 milioni di dollari (812 milioni di euro) nello stesso periodo del 2018, concatenando due trimestri consecutivi in "cifre rosse", dopo perdite di 447 milioni di dollari (403 milioni di euro) nel secondo trimestre. Il fatturato di ArcelorMittal tra luglio e settembre ha raggiunto i 16.634 milioni di dollari (15.021 milioni di euro), il 10,2% in meno rispetto al terzo trimestre 2018, mentre l'Ebitda della multinazionale è sceso del 61% a 1.063 milioni di dollari (960 milioni di euro). 

"Come previsto, nel terzo trimestre abbiamo continuato ad affrontare condizioni di mercato difficili, caratterizzate da bassi prezzi dell'acciaio e alti costi delle materie prime" ha sottolineato Lakshmi N. Mittal, presidente e ceo di ArcelorMittal, il quale ha affermato che l'azienda rimane concentrata sulle sue iniziative per migliorare le prestazioni con la priorità di ridurre i costi, adattare la produzione e concentrarsi per garantire che l'azienda mantenga un flusso di cassa positivo. 

Sulla base della crescita su base annua e delle prospettive attuali, ArcelorMittal prevede che nel 2019 il consumo globale di acciaio crescerà tra lo 0,5% e l'1%, nella parte inferiore della precedente previsione, tra lo 0,5% e l'1,5%. Negli Stati Uniti, ArcelorMittal prevede una contrazione della domanda tra lo 0,5% e l'1% a causa della debolezza del settore automobilistico, rispetto alla precedente previsione di crescita tra lo 0% e l'1%, mentre in Europa prevede un calo fino al 3% mentre in precedenza prevedeva una contrazione tra l'1% e il 2% a causa della debolezza del settore automobilistico e del rallentamento delle costruzioni.