Italia Markets closed

Argentina, Macri: da Fmi ok a finanziamenti a sostegno austerity

Sam

Roma, 29 ago. (askanews) - Il Fondo Monetario Internazionale ha accettato di accelerare i finanziamenti a sostegno del programma di austerità del governo argentino. Lo ha detto oggi il presidente dell'Argentina Mauricio Macri non riuscendo tuttavia a calmare i mercati azionari e valutari, con la moneta del Paese, il peso, sottoposta a nuove pressioni.

Lo sviluppo è venuto tra l'intensificarsi della volatilità nei mercati finanziari e valutari argentini, che sono stati colpiti dall'incertezza sull'inflazione, da una recessione economica e dai deficit di bilancio.

Macri ha cercato di placare le turbolenze in una dichiarazione prima dell'apertura dei mercati, assicurando agli argentini che gli aiuti sono in arrivo.

"Nell'ultima settimana, abbiamo avuto nuove manifestazioni di sfiducia nei mercati, soprattutto rispetto alla nostra capacità di ottenere finanziamenti per il 2019", ha riconosciuto Macri, aggiungendo che il FMI fornirebbe "tutti i fondi necessari per garantire l'adempimento del programma finanziario l'anno prossimo". Ciò comporterebbe un'accelerazione dell'erogazione di un prestito di 50 miliardi di dollari che il Fmi aveva accettato di estendere all'Argentina a giugno.

In cambio, il governo si è impegnato a ridurre il deficit/Pil al 2,7% quest'anno, dal 3,9% nel 2017, e all'1,3% il prossimo anno.

Tuttavia, il peso argentino ha proseguito la sua discesa, perdendo oggi fino al 6,99% del suo valore rispetto al dollaro.