Italia markets open in 8 hours 5 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2053
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    41.322,08
    +3.501,98 (+9,26%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,63
    +54,40 (+5,86%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Arriva in Italia Prix Pictet, il concorso fotografico dedicato alla sostenibilità

Redazione
·3 minuto per la lettura
Arriva in Italia Prix Pictet, il concorso fotografico dedicato alla sostenibilità
Arriva in Italia Prix Pictet, il concorso fotografico dedicato alla sostenibilità

Istituita dal Gruppo Pictet nel 2008, la manifestazione vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche ambientali attraverso le foto di 12 professionisti

Prix Pictet, uno dei principali concorsi fotografici a livello internazionale legato al tema della sostenibilità, arriva in Italia. Istituita nel 2008 dal Gruppo Pictet, la rassegna si propone di aumentare la consapevolezza sugli inarrestabili cambiamenti ambientali in atto e di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’urgente necessità di agire in maniera più sostenibile. L’ottava edizione della mostra si chiamerà “Hope” e, come suggerisce il nome, sarà dedicata al tema della speranza.

PRIMA VERONA, POI MILANO

L’esposizione sarà allestita inizialmente dal 18 febbraio al 24 marzo a Verona, al Palazzo della Gran Guardia, che riapre le porte dopo mesi di chiusura dettati dalle restrizioni anti-Covid. L’ingresso sarà consentito dal lunedì al venerdì, dalle 11 alle 18, e sarà gratuito. La mostra si sposterà poi a Milano prima di proseguire il suo tour mondiale in numerose città come, per esempio, Tel Aviv, Shanghai, Pechino e Dublino.

LA VINCITRICE

Tra i 12 fotografi in gara, la giuria indipendente del concorso presieduta dall’ex Special Representative for Climate Change del governo britannico Sir David King ha scelto come vincitrice l’ivoriana Joana Choumali. I suoi scatti fatti a tre settimane dall’attacco terroristico sferrato la domenica del 13 marzo 2016 a Grand-Bassam, in Costa d’Avorio, sono stati descritti come “una meditazione brillantemente originale sulla capacità dello spirito umano di trarre speranza e resilienza persino dagli eventi più traumatici”. La fotografa ivoriana ha ricevuto un premio dal valore di 100mila franchi svizzeri.

“DA SEMPRE PIONIERI DELLA SOSTENIBILITÀ”

“Quello della sostenibilità è un tema da sempre caro a Pictet”, ha commentato Alessandra Losito, Responsabile Italia di Pictet Wealth Management. “Negli ultimi venti anni, siamo stati pionieri nello sviluppo di diverse strategie legate a tematiche ambientali. Vogliamo diffondere la consapevolezza riguardo all’impatto positivo che ogni singolo individuo può avere sull’ambiente attraverso le proprie scelte di investimento ma non solo. Crediamo che con l’impegno di tutti ci sia ancora margine per invertire la rotta”.

“UN MESSAGGIO DI SPERANZA”

Andrea Bertini, Managing Director e Responsabile della sede di Pictet Wealth Management di Verona, ha sottolineato come l’iniziativa, in questo periodo particolarmente buio, voglia diffondere un messaggio positivo, “quello della speranza. Un principio da portare avanti, insieme ai valori della sostenibilità e dell’attenzione all’ambiente, che sono al centro di tutte le attività del Gruppo Pictet”.

“GRANDE LAVORO SULLA PROPOSTA CULTURALE”

“La speciale esposizione internazionale di fotografia allestita alla Gran Guardia – ha commentato il Sindaco di Verona Federico Sboarina – è un esempio tangibile del lavoro che è stato affatto sulla proposta culturale. Grazie alla collaborazione accordataci dal Gruppo Pictet, ideatore del premio fotografico, la nostra città è in grado di mostrare, per prima in Italia, l’affascinante opera di ricerca artistica di 12 finalisti internazionali”.

OGNI ANNO UN TEMA DIVERSO

Fino alla sua morte, il presidente onorario del Prix Pictet è sempre stato l’ex segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan, che figura anche tra i fondatori della manifestazione. Ogni edizione della rassegna è stata dedicata negli anni a un tema specifico che mira a promuovere il dibattito su problematiche legate alla sostenibilità: acqua, terra, potere, crescita, disordine, spazio, consumo e, per questa edizione, speranza.