Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.961,16
    -1.148,97 (-2,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Arriva a Piazza Affari il primo ETF sull'idrogeno

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Arriva a Piazza Affari il primo ETF sull'idrogeno
Arriva a Piazza Affari il primo ETF sull'idrogeno

Legal & General Investment Manager lancia un fondo interamente dedicato, offrendo opportunità per investitori e intermediari europei e del Regno Unito

Si calcola che l’idrogeno possa arrivare a coprire fino al 25% della domanda energetica mondiale entro il 2050. A oggi rappresenta ancora un mercato molto piccolo, ma sempre più Paesi, come Australia, Nuova Zelanda, Portogallo e Spagna, hanno annunciato di voler investire su questa forma di energia. Se la rinnovabile sta trovando grande spazio nel settore automotive, non sembra altrettanto valida per altri comparti, come il trasporto aereo e marittimo, i veicoli commerciali e la produzione di fertilizzanti.

L&G HYDROGEN ECONOMY UCITS ETF

A dimostrazione della sempre crescente importanza che sta assumendo l’idrogeno nel campo energetico, Legal & General Investment Management (LGIM) ha annunciato il lancio di un ETF interamente dedicato. L&G Hydrogen Economy UCITS ETF offrirà agli investitori esposizione alle opportunità di lungo termine offerte dalla transizione verso un’economia legata all’idrogeno.

LA STRATEGIA

L’ETF punterà a ottenere un’esposizione all’intera catena del valore dell’idrogeno, inclusi produttori di elettrolizzatori, di idrogeno, di celle a combustibile e altri player nella catena della fornitura. La filiera rappresenta aziende con una capitalizzazione di mercato minima di 200 milioni di dollari americani. La strategia sarà quotata a Milano, Londra, Francoforte e Zurigo e sarà disponibile a intermediari e investitori retail europei e del Regno Unito.

UN MERCATO DI GRANDE PROSPETTIVA

Come riportato dal comunicato ufficiale di LGIM, il lancio dell’ETF va incontro alla crescente domanda da parte di clienti e investitori e punta a cogliere le opportunità create dalla combinazione di politiche a basse emissioni di carbonio, progressi tecnologici e componenti economici. Il mercato dell’idrogeno dovrebbe portare entro il 2050 a ricavi per 2,5 trilioni di dollari e a un potenziale infrastrutturale di 11 trilioni.

“IDROGENO FONDAMENTALE PER RIDURRE LE EMISSIONI”

“L’accesso all’idrogeno pulito sarà fondamentale per ridurre le emissioni nei settori dove è più complesso farlo e dove l’elettrificazione da sola non sarà sufficiente”, ha commentato il lancio dell’ETF Howie Li, Head of ETFs di LGIM. “Gli impegni presi per l’economia del settore da governi e imprese di tutto il mondo stanno creando opportunità di investimento a lungo termine, con fattori di spinta a breve termine”.