Italia markets close in 1 hour 13 minutes
  • FTSE MIB

    24.286,88
    +125,50 (+0,52%)
     
  • Dow Jones

    34.001,99
    -135,32 (-0,40%)
     
  • Nasdaq

    13.924,58
    -25,64 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    29.188,17
    +679,62 (+2,38%)
     
  • Petrolio

    61,10
    -0,25 (-0,41%)
     
  • BTC-EUR

    45.501,05
    -982,41 (-2,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.276,36
    +33,30 (+2,68%)
     
  • Oro

    1.787,10
    -6,00 (-0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,2013
    -0,0026 (-0,22%)
     
  • S&P 500

    4.163,68
    -9,74 (-0,23%)
     
  • HANG SENG

    28.755,34
    +133,42 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.005,48
    +29,07 (+0,73%)
     
  • EUR/GBP

    0,8679
    +0,0040 (+0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,1030
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5047
    +0,0006 (+0,04%)
     

Arrivano le 4 streghe a Wall Street, cosa sono e come impattano

Virgilio Chelli
·2 minuto per la lettura
Arrivano le 4 streghe a Wall Street, cosa sono e come impattano
Arrivano le 4 streghe a Wall Street, cosa sono e come impattano

La scadenza trimestrale in contemporanea dei contratti futures e delle opzioni porta con sé un aumento ‘meccanico’ dei volumi

Sul cielo sopra Wall Street volteggiano oggi le famose quattro streghe, che fanno la loro apparizione ogni terzo venerdì di fine trimestre. Una volta erano solo tre, poi dal novembre del 2002 si è aggiunta la quarta, quella che simboleggia la scadenza dei contratti futures sui singoli titoli quotati a Wall Street. Le altre tre streghe rappresentano le scadenze delle opzioni su indici e singoli titoli, e quelle dei futures sugli indici.

LE STREGHE POSSONO PORTARE VOLATILITÀ

Tutte e quattro le categorie di contratti derivati hanno una scadenza trimestrale, che cade appunto il terzo venerdì del mese conclusivo di ciascun trimestre. Le streghe sono famose perché possono accompagnare, ma non per forza, impennate della volatilità. Nella scadenza di marzo 2021 il VIX che la misura arriva all’appuntamento abbastanza tranquillo, poco sopra i 20 punti, dopo aver sfiorato quota 40 a fine gennaio e prima ancora a fine ottobre dello scorso anno, ma comunque in rialzo rispetto a metà settimana.

EFFETTO AUTOMATICO SUI VOLUMI

Quelli che aumentano per un effetto ‘meccanico’ all’arrivo delle quattro streghe sono invece i volumi degli scambi, perché i contratti sui derivati che sono ‘in the money’ vale a dire in utile, vengono regolati in automatico, facendo salire i volumi senza bisogno che chi li detiene invii ordini al mercato. Sia che si tratti di posizioni al rialzo o al ribasso, vengono chiuse in automatico se sono in guadagno, e chi le detiene incassa. Poi deve decider se contentarsi o prendere nuovamente posizione.

IMPATTO DIMINUITO NEGLI ULTIMI ANNI

Dopo la settimana delle quattro streghe, i principali indici di Wall Street, a partire dallo S&P 500 tendono storicamente a declinare, probabilmente per l’esaurimento della domanda di azioni a breve termine. L’aumento dei volumi di scambi non implica tuttavia necessariamente che scatti anche una volatilità elevata. A comandare la volatilità sono infatti gli investitori istituzionali a lungo termine, come fondi pensione e asset manager, e se non modificano il posizionamento la volatilità resta comunque contenuta. Negli ultimi anni, inoltre, l’impatto delle quattro streghe è diminuito per la presenza sul mercato di sempre più strumenti di hedging con scadenze scaglionate e non concentrate in un solo giorno.