Aspettando il dow - 1/2/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA28,96-1,13
MSFT40,010,39
^DJI16.408,54-16,31

Sono positivi i futures americani nella giornata di oggi, caratterizzata dall'attesa per i dati sulla disoccupazione Usa. A circa un’ora dall'apertura dei mercati il future sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) segna un +0,46%, quello sullo S&P500 un +0,32%, e quello sul Nasdaq un +0,44%. Ieri finale di gennaio in negativo per Wall Street che comunque ha chiuso il miglior primo mese dell'anno dal 1997. Lo S&P 500 è arretrato dello 0,26% chiudendo a 1.498 punti, con un saldo comunque positivo del 5,1% a gennaio. Calo dello 0,36% per il Dow Jones che a gennaio ha segnato un +5,8% (miglior gennaio dal 1994). Dalla politica, dopo l'ok del Congresso giunto di recente, anche il Senato americano ieri ha dato il via libera ad una sospensione di breve termine del tetto del debito nazionale, scongiurando almeno per il momento la minaccia di default. 64 senatori hanno approvato la misura che darà tregua ai conti pubblici americani fino a maggio, mentre 34 hanno votato contro. Sul fronte macroeconomico, alle 14,30 italiane sono attesi i dati sulla disoccupazione Usa. Quanto ai risultati trimestrali, che proseguono, Goodyear, il gruppo Usa dei pneumatici, si appresta a chiudere lo stabilimento di Amiens Nord, in Francia. La decisione, annunciata ieri dalla direzione della società, è stata presa dopo una battaglia giuridica e trattative infruttuose dutrate cinque anni. La chiusura comporterà la perdita del lavoro per 1.173 persone. Calano I profitti di Mattel (NasdaqGS: MAT - notizie) a causa di spese legate ad una disputa legale. Il produttore statunitense di giocattoli ha segnato per il trimester appena terminato un utile da 305,5 milioni di dollari, o 87 centesimi per azione, contro I 370,6 dello stesso period dello scorso anno. Gli analisti di Factset avevano pronosticato 1,15 dollari di utile. Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) vendite nette sono salite del 5% a 2,26 miliardi di dollari. Nel primo trimestre 2013 il dividendo sarà di 36 centesimi per azione contro i 31 dello scorso anno. Trimestrale in calo ma oltre le attese per Merck & Co. Il gruppo farmaceutico Usa ha chiuso il quarto trimestre del 2012 con ricavi pari a 11,7 miliardi di dollari, in ribasso del 4,5% rispetto allo stesso periodo del 2011. L'utile netto è diminuito del 7,3% a 1,4 miliardi di dollari, ossia 0,46 dollari per azione. A livello rettificato l'utile netto per azione è sceso a 0,83 dollari. Gli analisti intervistati da Reuters avevano pronosticato un Eps rettificato di 0,81 dollari su ricavi pari a 11,5 miliardi di dollari. Tra le altre storie, potrebbe essere lunedì il giorno del buyout di Dell (NasdaqGS: DELL - notizie) . Seocndo quanto riportato da Reuters, il Ceo Michael Dell e il fondo Silver Lake Partners potrebbero annunciare il deal il primo giorno di settimana prossima. Nell'accordo potrebbe entrare anche Microsoft (NasdaqGS: MSFT - notizie) con una quota di minoranza. Il finanziamento per il buyout potrebbe giungere da quattro banche d'investimento, Barclays (Londra: BARC.L - notizie) , BofA Merrill Lynch, Credit Suisse (NYSE: CRP - notizie) e RBC Capital, e ammonterebbe a 15 miliardi di dollari. Infine, conto alla rovescia per il debutto a New York di Zoetis, unità di Pfizer (NYSE: PFE - notizie) dedicata alla salute degli animali. L'Ipo ha riscosso successo tra gli investitori con il prezzo di collocamento fissato a 26 dollari per azione, oltre il range precedentemente fissato che era di 22-25 dollari, permettendo a Pfizer di raccogliere 2,24 mld di dollari. Pfizer ha quotato circa il 17% della sua controllata. Sul mercato andranno 86,1 mln di azioni con una valutazione di Zoetis pari a 13 miliardi di dollari. E' previsto per oggi l'avvio delle contrattazioni di quella che è la maggiore dopo quella di Facebook (NasdaqGS: FB - notizie) dello scorso anno.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito