Aspettando il dow - 17/12/2012

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^DJI16.408,54-16,31
AAPL524,94+5,93

Sarà un'altra settimana con gli occhi puntati sul fiscal cliff per gli Stati Uniti, ma a poco più di due ore dall'apertura di Wall Street il tema del giorno è Apple (NasdaqGS: AAPL - notizie) . I futures sugli indici della Borsa statunitense si presentano infatti contrastati, con un +0,15% per il contratto sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) e un +0,19% per quello sullo S&P500. Solo il future sul Nasdaq, con un -0,33%, si presenta in negativo, zavorrato dalle quotazioni di Apple che nel pre-market ha ceduto oltre il 2% scendendo sotto quota 500 dollari, quasi il 20% in meno rispetto a tre mesi fa. Ad affossare il titolo di Cupertino è stato il downgrade di Citigroup, che ha infatti ridimensionato il giudizio sulla casa di Cupertino da "buy" a "neutral" a causa dei dubbi sull'andamento delle vendite di iPhone. 5 milioni di esemplari sono stati venduti dal lancio dell'ultimo melafonino, di cui 2 milioni solo in Cina nel primo weekend dopo il lancio, ma la diminuzione degli ordini da parte dei rivenditori di apparecchi della Apple hanno fatto pensare agli analisti di essere in presenza di un raggiunto picco nelle vendite di iPhone, che potrebbero perciò ora solo peggiorare. Anche il price targeti di Apple è stato tagliato da 675 a 575 dollari. Il downgrade ha avuto riflessi sull'andamento del titolo di Hon Hai, società che assembla gli apparecchi di Cupertino, che ha ceduto oltre 5 punti percentuali. Sul fronte macroeconomico, dall'America si attende questo pomeriggio il dato sullo stato in dicembre della manifattura di New York. L'indice è atteso in miglioramento a -1 punti contro i -5,22 del mese scorso. Alle 17 e alle 19 i membri Fed Stein e Lacker terranno discorsi sullo stato dell'economia Usa. In Europa la seduta di Borsa prosegue col segno meno, con la sola Italia sulla parità. Lo spread tra Btp e bund tedeschi di durata decennale si attesta al momento al di sotto dei 320 punti base.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito