Aspettando il dow - 19/12/2012

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
ORCL40,080,05
^DJI16.408,54-16,31
UBRA.BE15,310,39

Sono positivi i futures americani a poco più di due ore dall'apertura dei mercati. Il contratto sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) al momento segna un +0,28% quello sul Nasdaq un +0,39% mentre quello sullo S&P500 si attesta a +0,21%. L’ottimismo impera nonostante l’avvertimento di Fitch, che minaccia di tagliare la tripla A statunitense in caso di mancato accordo anti-fiscal cliff. "Ci sono tutti i presupposti per un avvio di seduta positiva", commentano Michael Hewson e Tim Waterer di CMC Markets, "sull'onda dell'ottimismo suscitato dall'avvicinamento delle parti man mano che si procede verso la deadline entro la quale andrà risolto il problema del Fiscal Cliff americano. Per quanto i dettagli dell'eventuale accordo si intravedano appena, i mercati sono sostenuti dal convincimento che un compromesso sia ormai vicino". Ad alimentare l’ottimismo anche l’upgrade operato da S&P sulla Grecia dopo il buyback dei titoli di Stato. Gli spread oggi si attestano a livelli più bassi, in particolare il differenziale tra Btp e bund decennali tedeschi si attesta ben sotto i 300 pb, al momento a 293. Dal punto di vista macroeconomico, da Oltreoceano arriva l'indicatore che misura le nuove richieste di mutui ipotecari, che la scorsa settimana ha fatto registrare un -12,3%. -13,8% invece per i rifinanziamenti. I dati sono stati diffusi dalla Mortgage Bankers Association. Alle 14.30 attesi i dati sui permessi di edilizia residenziale a novembre, attesi in aumento allo 0,5% contro il calo del 2,70% della precedente rilevazione. Nel pomeriggio in arrivo le cifre sulle scorte di carburanti. Sul fronte societario, Ubs (Berlino: UBRA.BE - notizie) ha ammesso la sua responsabilità nella manipolazione del Libor, il tasso interbancario inglese, e ora dovrà pagare una multa da 1,4 miliardi di franchi, circa 1,5 miliardi di dollari. L'accordo è stato raggiunto dalla banca svizzera con le autorità americane, inglesi e svizzere che indagavano sul caso scoppiato questa estate. Occhi anche su Oracle (NasdaqGS: ORCL - notizie) dopo la trimestrale migliore delle attese. Il gruppo californiano ha annunciato di avere chiuso il secondo trimestre fiscale 2013 con utili in crescita del 28% a 2,58 miliardi di dollari, ovvero 53 centesimi, contro i 2,19 miliardi, ovvero 43 centesimi, registrati un anno fa. Escluse le poste non ricorrenti, l'utile per azione si è attestato a 64 centesimi di dollaro su un giro d'affari di 9,11 miliardi di dollari. Oltre le aspettative degli analisti pari a 61 centesimi per i profitti e 9,02 miliardi per i ricavi.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.417,53 0,00% 02:01 CEST

Ultime notizie dai mercati