Aspettando il dow - 22/1/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA28,88-1,21
VZ47,490,39
JNJ99,260,510
^DJI16.415,31-9,54
FTSEMIB.MI21.587,43+52,91

Sono cauti i future sulla Borsa di New York in attesa della diffusione di alcune trimestrali e dati macroeconomici sul mercato immobiliare dopo la chiusura di ieri per la festività del Martin Luther King day. A circa un’ora e mezza dall'avvio delle contrattazioni Oltreoceano il future sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) segna un calo dello 0,06%, mentre quello sul Nasdaq100 segna un +0,18%. Il contratto sull'indice S&P500. La seduta è stata altalenante sui mercati europei, passati dal segno meno al più grazie al balzo dell'indice tedesco Zew, decisamente superiore alle attese a gennaio. A Milano il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) è passato in territorio positivo e poco prima delle 11.30 guadagna lo 0,13% a 17.654,81 punti. L'indice Zew sulle aspettative economiche relativo al mese di gennaio si è attestato a 31,5 punti dai 6,9 punti del mese precedente. Lo spread tra Btp e bund tedeschi di durata decennale si attesta intorno ai 262 punti base. Sul fronte macro, da Oltreoceno gli investitori guarderanno sopratutto al dato mensile relativo le vendite di case esistenti a dicembre (consensus a +1,2% dal precedente +5,9%). L'ottava sui mercati azionari si apre per gli Usa con alcuni big del mondo tecnologico e non che comunicano i risultati trimestrali, tra cui Google (NasdaqGS: GOOG - notizie) , Ibm (NYSE: IBM - notizie) e Johnson & Johnson (NYSE: JNJ - notizie) . Prima dell'apertura Dupont ha già alzato il velo sui conti del quarto trimestre, in calo, ma oltre le attese. Il gruppo Usa ha annunciato di avere chiuso il quarto trimestre dell'anno con un utile per azione (Eps) da operazioni continue, escluse le poste non ricorrenti, pari a 11 centesimi di dollaro contro i 26 centesimi di un anno. Il dato è in calo, ma è tuttavia superiore rispetto ai 7 centesimi indicati dal mercato. Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) vendite sono scivolate nel trimestre a quota 7,57 miliardi contro i 7,68 di un anno fa. Per il 2013 DuPont si attende profitti da operazioni continue compresi tra 3,85-4,05 dollari (consensus a 3,93 dollari), mentre il giro d'affari dovrebbe attestarsi intorno ai 36 miliardi. Trimestre di perdite anche per Verizon (NYSE: VZ - notizie) . La società tecnologica Usa ha postato un rosso di 4,23 miliardi di dollari netti (1,48 dollari per azione) a causa di voci non operative che vanno a danneggiare quello che altrimenti sarebbe stato un utile adjusted di 38 centesimi per azione. Si sarebbe comunque trattato di un risultato al di sotto delle attese degli analisti, che si attendevano un risultato da 51 centesimi per azione. Il fatturato operativo ha invece raggiunto i 30,05 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre. Il titolo cede il 2,44% nel pre-market. Crollo per i profitti trimestrali di Delta Airlines, passati dai 425 milioni di dollari dello stesso periodo del 2011 ai 7 milioni del quarto trimestre. Responsabile del crollo della compagnia aerea è l’uragano Sandy, costato 100 milioni di impatto negativo sul bilancio. Il fatturato è comunque salito del 2% a 8,6 miliardi di dollari. Il profitto adjusted si è attestato a 28 centesimi per azione, oltre le stime degli analisti che si attendevano 27 centesimi. Il titolo cede l’1,6% nel pre-market.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.587,43 0,25% 17:24 CEST
Eurostoxx 50 3.155,41 0,51% 17:13 CEST
Ftse 100 6.624,74 0,62% 17:13 CEST
Dax 9.409,81 0,99% 17:13 CEST
Dow Jones 16.416,61 0,05% 17:29 CEST
Nikkei 225 14.417,53 0,00% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati