Aspettando il dow - 23/1/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
TXN45,830,62
AMD3,690,07
^DJI16.408,54-16,31
AAPL524,94+5,93
IBM190,01-6,39

Ondeggiano intorno alla parità i futures di Wall Street che a poco più di tre ore dall'apertura vedono un contratto sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) piatto, quello sul Nasdaq a +0,13% e quello sullo S&P500 a -0,11%. L'andamento segue quello fiacco delle Borse europee, che questa mattina viaggiano con perdite entro lo 0,2%, mentre gli spread sono costanti. Il differenziale tra Btp e bund decennali si mantiene al di sotto dei 263 punti base. La notizia del giorno dall'Europa è l'avvio del World Economic Forum di Davos, nel quale i leader mondiali discuteranno del modo di recuperare dinamismo economico globale. Nel suo discorso odierno il premier britannico David Cameron annuncerà il referendum che gli inglesi saranno chiamati a votare non prima del 2017 sulla permanenza o meno nell'Unione Europea alle nuove condizioni post-crisi, nel caso il governo conservatore venga confermato alla consultazione elettorale del 2015. Da Oltreoceano l'attesa è tutta per le trimestrali societarie, in particolare per quella di Apple (NasdaqGS: AAPL - notizie) , che sarà fornita dopo il mercato e che gli analisti di Factset prevedono in calo per la prima volta in nove anni. Intanto la compagnia della Mela incassa una prima sconfitta con Samsung che, secondo uno studio di Gartner (NYSE: IT - notizie) , l'ha superata diventando il primo cliente di semiconduttori a livello globale nel 2012. I consumi delle due società tecnologiche sono stati pari a 45,3 miliardi dollari di semiconduttori, evidenziando un incremento di 7,9 miliardi dollari rispetto al 2011, contro un calo del 3% del mercato. Ieri Google ha pubblicato una trimestrale record, evidenziando una crescita degli utili a 2,89 miliardi di dollari, 8,62 dollari ad azione, rispetto ai 2,71 miliardi, o 8,22 dollari ad azione registrati nel corrispondente periodo dell'anno passato. I ricavi si sono attestati a 11,34 miliardi, in netto rialzo rispetto agli 8,13 miliardi del periodo di riferimento. Gli analisti si attendevano utili pari a 10,47 dollari per azione su ricavi pari a 12,34 miliardi. L'amministratore delegato di Google (NasdaqGS: GOOG - notizie) , Larry Page, ha sottolineato come per la prima volta nella storia la società ha toccato quota 50 miliardi di dollari in un intero esercizio. Ottima la reazione del mercato con il titolo che nella sessione after hours ha registrato un balzo superiore ai 5 punti percentuali. Bene anche IBM (NYSE: IBM - notizie) che ha riportato ieri i propri conti trimestrali, rivelatisi migliori delle attese degli analisti, e la guidance 2013 che si attesta a 16,70 dollari per azione contro i 16,63 del consensus. Entro il 2015 la società ha l’obbiettivo di un eps di 20 dollari per azione. Il business di IBM si è spostato in maniera più decisa verso software e servizi ad alto margine di reddito, eliminando i business meno redditizi. Il che ha reso un profitto di 5,83 miliardi di dollari (5,13 dollari per azione), in rialzo rispetto ai 5,49 dello stesso periodo dello scorso anno. Gli utili operativo sono passati da un eps di 4,71 a uno di 5,39 dollari. Il fatturato è stato però colpito dai cambi sfavorevoli, calando per il terzo trimestre di fila a 29,3 miliardi (-0,6%). Texas Instruments (NasdaqGS: TXN - notizie) , il gruppo Usa dei semiconduttori, ha invece chiuso il quarto trimestre del 2012 con ricavi in calo del 13% a 2,98 miliardi di dollari, ma sopra le attese degli analisti ferme a 2,95 miliardi. L'utile netto è sceso a 264 milioni di dollari, o 0,23 dollari per azione, contro i 298 milioni, 0,25 dollari per azione, dell'anno prima. Per il primo trimestre dell'anno in corso il gruppo di Dallas prevede ricavi pari a 2,69-2,91 miliardi di dollari (consensus a 2,89 miliardi), e un utile netto per azione di 0,24-0,32 dollari (stime a 0,28 dollari). Infine, trimestrale migliore delle attese per Amd (NYSE: AMD - notizie) . Il gruppo tecnologico californiano ha chiuso il quarto trimestre con un giro d'affari in calo del 32% a 1,16 miliardi di dollari, ma superiore alle aspettative del mercato pari a 1,15 miliardi. Il trimestre è stato archiviato con una perdita rettificata di 102 milioni di dollari, ovvero 14 centesimi per azione, mentre le stime degli analisti era per un rosso di 18 centesimi. Nell'after hours il titolo Amd ha guadagnato oltre l'1,5%.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.516,27 0,68% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati