Aspettando il dow - 29/1/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
F16,070,23
YHOO36,35+2,14
AMZN323,68+7,60
^DJI16.424,85+162,29

Sono tinti di rosso i futures statunitensi a circa due ore e mezza dall’apertura di Wall Street. In attesa dell'opening bell il contratto sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) si muove sulla linea della parità (-0,01%), mentre quello sull'indice S&P500 cede lo 0,37%. Il future sul Nasdaq100 indietreggia invece dello 0,35%. L’andamento prudente dei futures ricalca quello delle Borse europee, che si sono mantenute oggi sotto la parità, con lo spread Btp/Bund decennale intorno ai 252 punti base. Oggi l’attenzione degli investitori d’Oltreoceano sarà focalizzata su trimestrali e dati macroeconomici. Attesi durante la seduta i contri del trimestre di Ford (NYSE: F - notizie) e Amazon.com (NasdaqGS: AMZN - notizie) . Importanti le indicazioni che arriveranno dal fronte macro: l'indice S&P/Case Shiller sui prezzi delle case a novembre che potrebbe confermare il miglioramento del mercato del mattone Usa e la fiducia dei consumatori a gennaio. Tra le altre notizie di oggi, la Federal Reserve ha comunicato ieri sera che il prossimo 7 marzo renderà noti gli esiti degli stress test condotti su alcune banche "per valutare se dispongono di capitali sufficienti per assorbire le perdite in condizioni economiche avverse". Saranno complessivamente 19 gli istituti di credito i cui test verranno pubblicati ufficialmente. Tra le trimestrali già note, quella del quarto trimestre di Yahoo (NasdaqGS: YHOO - notizie) , che l’ha comunicata ieri dopo la chiusura del mercato. La società del noto portale internet ha evidenziato utili per 272,27 milioni di dollari, 23 centesimi per azione, in lieve calo rispetto ai 295,6 milioni dell'anno passato, 24 cents per azione. Il dato depurato da componenti straordinarie si è attestato a quota 32 centesimi per azione, battendo le stime degli analisti pari a 27 cents. I ricavi si sono attestati a 1,22 miliardi di dollari. Gli analisti si attendevano una lettura in area 1,21 miliardi. Risultati in calo ma oltre le attese anche per Eli Lilly. Il gruppo farmaceutico Usa ha chiuso il quarto trimestre del 2012 con ricavi pari a 5,96 miliardi di dollari, in calo dell'1% rispetto allo stesso periodo del 2011 per effetto soprattutto della scadenza del brevetto su Zyprexa. In calo del 4% anche gli utili a 827,2 milioni di dollari. A livello adjusted, l'utile netto per aizone si è attestato a 0,85 dollari. Gli analisti si aspettavano ricavi pari a 5,80 miliardi e un Eps adjusted di 0,79 dollari. Per l'anno in corso, Eli Lilly prevede un utile per azione rettificato di 3,82-3,97 dollari.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.534,52 +3,44% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.139,26 +1,54% 17:50 CEST
Ftse 100 6.584,17 0,65% 17:35 CEST
Dax 9.317,82 +1,57% 17:45 CEST
Dow Jones 16.424,85 +1,00% 22:31 CEST
Nikkei 225 14.417,68 +3,01%  

Ultime notizie dai mercati