Aspettando il dow - 4/12/2012

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
F16,000,07
HX6.F3,1670,000
BIG38,720,20
TLK.BE28,400,00
^DJI16.408,54-16,31

Sono positivi i futures americani odierni. Quando manca circa un'ora e mezza all'apertura dei mercati, il contratto sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) segna un +0,08%, quello sul Nasdaq (Nasdaq: ^NDX - notizie) un +0,17%, quello sullo S&P500 un +0,12%. I futures sugli indici statunitensi ricalcano l’andamento positivo delle Borse europee, che, dopo un’apertura contrastata, hanno proseguito la seduta in territorio positivo. Buone notizie anche dagli spread: il differenziale tra Btp e Bund tedeschi di durata decennale, pur lievemente in rialzo dai minimi di ieri, si attesta comunque intorno a quota 300 punti base, livelli non più visti da circa nove mesi. Dagli Stati Uniti, il tema dominante resta quello sul dibattito intorno al fiscal cliff, il precipizio fiscale che potrebbe costare all’America circa 3,5 punti percentuali di prodotto interno lordo. Ieri il presidente degli Usa Barack Obama ha rigettato la proposta dei Repubblicani di sostituire agli aumenti fiscali accompagnati da tagli automatici della spesa pubblica – che dovrebbero scattare dopo la fine dell’anno se non si riuscirà a trovare un accordo – con tagli da 1200 milioni di dollari (di cui 800 solo nella sanità) e riforme sociali da 800 milioni di dollari. Il tutto senza toccare le aliquote fiscali dei più abbienti. “Una riforma non bilanciata né realistica”, è stata la replica di Obama, che ha lanciato anche su Twitter il dibattito sulla correttezza o meno di far sostenere il costo dell’accordo alla classe media in termini di aumenti fiscali generalizzati. Sul fronte dei dati macroeconomici, l'unico dato macro in arrivo nel pomeriggio, alle 15.45 italiane, è l'ISM dello Stato di New York (Francoforte: A0DKRK - notizie) nel mese di novembre. Nella rilevazione precedente il dato ha fatto registrare 45,9 punti. Tra le storie societarie del giorno, utili e ricavi in crescita per Toll Brothers (Berlino: TLK.BE - notizie) . Il costruttore di case di lusso statunitense ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre con un utile di 411,4 milioni di dollari, dai 15 milioni di un anno fa. Il risultato netto include un beneficio fiscale di 350,7 milioni di dollari. Sopra le stime il fatturato, salito da 427,8 a 632,8 milioni di dollari (consenso 565,1 milioni). Indicazioni contrastanti dalla trimestrale di Big Lots (NYSE: BIG - notizie) . Il retailer statunitense ha annunciato di aver chiuso il terzo trimestre fiscale con un rosso di 6 milioni di dollari, contro l’utile di 4,2 milioni registrato un anno fa. Il risultato per azione si è attestato a -10 centesimi, al di sotto dei -24c del consenso. Segno meno per il fatturato, sceso da 1,14 a 1,13 miliardi. Gli analisti avevano previsto un dato in linea con il precedente. La perdita inferiore alle stime permette al titolo di salire di un punto percentuale nel pre-mercato. Ford (NYSE: F - notizie) ha annunciato che a novembre le vendite statunitensi sono cresciute del 6,5% annuo a 177.673 unità. Il solo comparto auto ha evidenziato un rialzo del 15,2% grazie al balzo, +76%, registrato dalle vendite di utilitarie. Il titolo a Wall Street segna un incremento dell’1,6% a 11,63 dollari. Infine, attenzione al titolo Apple (NasdaqGS: AAPL - notizie) , che ha lanciato iTunes Store (Kuala Lumpur: 5711.KL - notizie) in 56 nuovi Paesi, tra cui Russia, India, Sudafrica e Turchia, raddoppiando quasi la sua presenza geografica. Attraverso iTunes Store i clienti potranno scegliere da oltre 20 milioni di canzoni da acquistare e scaricare, ma anche tra numerose serie televisive e film della maggiori case cinematografiche come 20th Century Fox, Sony Pictures Home Entertainment, The Walt Disney Studios e Warner Bros.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito