Aspettando il dow - 6/2/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
ZNGA4,2890,179
^DJI16.408,54-16,31
LBTYA39,400,30

Volgono in negativo i futures sugli indici di Wall Street quando manca meno di un’ora all’apertura del mercato. Al momento il contratto sul Dow Jones (DJI: ^DJI - notizie) segna un -0,22%, quello sullo S&P500 un -0,25% e quello sul Nasdaq un -0,39%. Sul fronte dei mercati oggi è stato notevole il rally asiatico, e in particolare di Tokyo, che ha visto l’indice Nikkei salire ai massimi dal 2008 dopo l’annuncio delle prossime dimissioni del governatore della Bank of Japan Shirakawa, che fa presagire un prossimo possibile quantitative easing attuato dal nuovo governatore dell’istituto centrale giapponese. Dal punto di vista dei mercati europei, anche questi hanno invertito la rotta, e dopo un inizio seduta relativamente positivo ora viaggiano in rosso, in scia soprattutto al voltafaccia dei titoli bancari che, partiti bene, ora registrano perdite. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi si è innalzato fino a raggiungere quota 290 punti base. Scarsi i dati macro attesi oggi, con l’aggiornamento sulle scorte di crude oil attese per le 16 italiane. Tra le trimestrali odierne, migliore delle attese Zynga (NasdaqGS: ZNGA - notizie) , che ha totalizzato nel quarto trimestre del 2012 un giro d'affari pari a 311,2 milioni di dollari, ben al di sopra dei 250,2 milioni pronosticati dagli analisti. Anche Time Warner ha alzato il velo sui conti trimestrali. Nell'ultimo trimestre del 2012 i profitti del gruppo Usa sono aumentati del 51% a 1,17 miliardi di dollari, ovvero 1,21 dollari per azione, dai 773 milioni, ovvero 76 centesimi, registrati nell'analogo periodo nel 2011. Oltre le aspettative del mercato i conti trimestrali di Walt Disney. Nel primo trimestre dell'esercizio fiscale 2013 il gruppo Usa dell'entertainment ha visto gli utili, escluse le poste non ricorrenti, attestarsi a 79 centesimi di dollaro contro i 77 indicati dal consensus. Tra le altre storie, convolano a nozze l'operatore via cavo americano Liberty Global (NasdaqGS: LBTYA - notizie) e la rivale britannica Virgin Media (NasdaqGS: VMED - notizie) in un'operazione in contanti ed azioni valutata circa 23,3 miliardi di dollari. Dall'unione di queste due realtà nascerà "il magior operatore globale di comunicazioni a banda larga" con 25 milioni di clienti in 14 differenti Paesi, focalizzato soprattutto sul mercato europeo. In base ai termini dell'accordo, gli azionisti di Virgin Media riceveranno 47,87 dollari per azione. Infine, occhi puntati su Mc Graw Hill dopo che il presidente degli Stati Uniti Obama ha chiesto a Standard & Poor's un risarcimento di 5 miliardi di dollari per i danni causati dai mutui subprime. L'agenzia di rating ha respinto le accuse e si è detta pronta a difendersi.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.516,27 0,68% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati