Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.518,10
    -167,28 (-0,60%)
     
  • Nasdaq

    11.422,05
    +63,12 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1816
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    11.544,49
    +445,14 (+4,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,44
    +9,15 (+3,50%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.395,82
    -5,15 (-0,15%)
     

Assegno unico e busta paga, le novità

webinfo@adnkronos.com
·2 minuti per la lettura

L'assegno unico per i figli da luglio e il taglio del cuneo fiscale a regime per i redditi entro i 40mila euro. Sono queste alcune delle principali novità introdotte nella Legge di Bilancio approvata la scorsa notte dal Consiglio dei ministri ed ora attesa in Parlamento. Con un dl collegato alla manovra arriveranno le misure del pacchetto Lavoro chiamato a sciogliere il nodo dello stop al blocco dei licenziamenti e la proroga della cassa integrazione Covid.

ASSEGNO UNICO FIGLI DA LUGLIO - Piatto forte della Legge di Bilancio l'assegno unico per ogni figlio dal settimo mese di gravidanza fino al ventunesimo anno di età. La misura scatta il prossimo luglio e porterebbe un sostegno mensile tra i 200 e i 250 euro a figlio per 11 milioni di famiglie, in base all'Isee. L'operazione impatta sul bilancio 2021 per circa 3 miliardi (6 mld di euro dal 2022 quando sarà a regime sui 12 mesi) ai quali aggiungere le risorse del riordino degli attuali aiuti per la famiglia.

CUNEO FISCALE - Il bilancio mette a regime per il 2021 il taglio delle tasse sul lavoro per i redditi entro i 40mila euro avviato a luglio. Costo circa 2 miliardi aggiuntivi. L'intervento rappresenta il primo passo della riforma Irpef che partirà nel 2022 per una maggiore semplicità ed equità del sistema.

CIG - Estensione della cassa integrazione fino a marzo 2021 e fine dello stop dei licenziamenti a partire dal primo gennaio del prossimo anno. Resterà il divieto di licenziare per le aziende che usano gli ammortizzatori straordinari. Sulla questione è però in corso la trattativa tra il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri e i sindacati.

TAGLIO CONTRIBUTI AL SUD - Introdotto con il decreto Agosto, il Bilancio riconferma con oltre 5 mld il taglio contributivo del 30% sulle assunzioni al Sud che scadrebbe il 31 dicembre. Incentivi per giovani e donne.