Italia markets closed
  • Dow Jones

    28.204,77
    -6,05 (-0,02%)
     
  • Nasdaq

    11.457,48
    -27,21 (-0,24%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • EUR/USD

    1,1836
    -0,0031 (-0,26%)
     
  • BTC-EUR

    10.926,70
    +1.597,29 (+17,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,81
    +4,71 (+1,84%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • S&P 500

    3.435,73
    +0,17 (+0,00%)
     

Assembramenti: polizia irrompe in locale per scambisti a Firenze e lo chiude

·1 minuto per la lettura
assembramenti firenze
assembramenti firenze

Un locale fiorentino di scambisti è stato chiuso dopo un blitz della polizia. Dopo aver ricevuto alcune segnalazioni ed una telefonata, le forze dell’ordine di Firenze hanno fatto irruzione per verificare cosa stesse accadendo. Il risultato è che i poliziotti si sono trovati di fronte ad un eccessivo affollamento di gente che non manteneva le distanze di sicurezza nè, tanto meno, indossava le mascherine, violando così in toto le normative anti Coronavirus.

Chiude locale per scambisti a Firenze: i fatti

Il locale oggetto del blitz della polizia di Firenze, resterà così chiuso per 5 giorni (salvo ulteriori proroghe in tema di sicurezza sanitaria), per non aver rispettato le restrizioni in vigore per ridurre i contagi del Coronavirus. Queste le disposizione da parte del questore di Firenze, Filippo Santelli. Per il titolare del locale, un uomo fiorentino di 75 anni, una multa di 400 euro. Il club che è stato chiuso si trova nella periferia fiorentina, esattamente a Peretola, in Via Michelacci, nelle vicinanze delle palazzine che sono prossime all’ aeroporto. Al seguito di una telefonata dettagliata che riferiva cosa stesse accadendo all’interno del locale, le forze dell’ordine, dopo la mezzanotte, guidate da Alfonso Di Martino, hanno fatto irruzione ed hanno trovato i clienti noncuranti delle norme di sicurezza per Covid. Inoltre il locale stava violando l’obbligo di rispettare l’orario di chiusura come da ultimo Dpcm. Quando la polizia è entrata nel locale i clienti hanno vissuto momenti di imbarazzo. Gli agenti si sono trovati di fronte a persone che ceravano di rivestirsi rapidamente o di fuggire. Alla fine, dato il caos, molti sono riusciti a scappare evitando così la procedura d’identificazione. Quelli invece che sono stati identificati sono stati multati secondo la legge.