Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.797,03
    +431,61 (+3,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Assoturismo: filiera complessa, servono interventi specifici

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 29 lug. (askanews) - Al tavolo con il governo sull'emergenza coronavirus "siamo riusciti finalmente a far comprendere che la filiera del turismo è una filiera complessa, che non può essere considerata solo in relazione ad altri settori, come locomotiva del commercio o dei servizi: è una filiera diversa da tutte le altre e ha bisogno di interventi specifici". Lo ha detto il presidente di Assoturismo, Vittorio Messina, dopo il tavolo di confronto per individuare misure di sostegno per i lavoratori del settore turistico con la ministra del lavoro Nunzia Catalfo e il ministro per i beni culturali Dario Franceschini. "Paradossalmente - ha spiegato Messina - la crisi ci ha consegnato l'opportunità per potere procedere a una nuova regolamentazione dell'intero settore del turismo, che non deve più essere trattato con provvedimenti tampone o d'urgenza". "Abbiamo la necessità - ha sottolineato il presidente - che arrivi il prolungamento degli ammortizzatori sociali e abbiamo chiesto da tempo la decontribuzione per i lavoratori da reintrodurre come forza lavoro. Per noi è importante la reintroduzione dei voucher in questo periodo storico, perchè oggi non siamo in grado di poter programmare le presenze nelle strutture turistico ricettive". "Occorre inoltre - aggiunge Messina - procedere a un attento monitoraggio dello smart working, soprattutto della pubblica amministrazione: ci sono tanti dipendenti che dichiarano di non avere gli strumenti necessari al collegamento e quindi sono a casa a non lavorare ma non per colpa loro, mentre c'è l'esigenza di mettere in moto un sistema economico nazionale che passa anche e soprattutto dalla ristorazione e dalla pausa pranzo in un periodo che vede le città svuotate di turisti".