Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.766,09
    +280,09 (+1,14%)
     
  • Dow Jones

    34.382,13
    +360,73 (+1,06%)
     
  • Nasdaq

    13.429,98
    +304,98 (+2,32%)
     
  • Nikkei 225

    28.084,47
    +636,47 (+2,32%)
     
  • Petrolio

    65,51
    +0,14 (+0,21%)
     
  • BTC-EUR

    37.384,45
    -2.769,49 (-6,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,33
    +39,77 (+2,93%)
     
  • Oro

    1.844,00
    +5,90 (+0,32%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    +0,0063 (+0,52%)
     
  • S&P 500

    4.173,85
    +61,35 (+1,49%)
     
  • HANG SENG

    28.027,57
    +308,87 (+1,11%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.017,44
    +64,99 (+1,64%)
     
  • EUR/GBP

    0,8610
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0949
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,4701
    +0,0010 (+0,07%)
     

Atlantia: rinviato a venerdì il cda sull'offerta di CDP per ASPI

Alessandra Caparello
·1 minuto per la lettura

In flessione a Piazza Affari il titolo Atlantia che al momento segna -0,40% a 16,39 euro. Ieri il cda della holding n ha comunicato che la validità dell’offerta di CDP è stata prorogata al 31 maggio e la società ha quindi rinviato il cda al 30 aprile per fare le valutazioni del caso. Secondo il Sole il problema da risolvere sarebbe rendere vincolanti i 400 milioni di rimborsi per il Covid-19, necessari per migliorare l’offerta a 9,5 miliardi. Dall’altro lato ACS starebbe lavorando alla due diligence ma i tempi dell’offerta non sono noti. La Stampa riporta alcune affermazioni del fondo TCI secondo il quale la quota di ASPI vale 11-12 miliardi ed il governo dovrebbe approvare il PEF permettendo ad Atlantia di poter organizzare una vera asta fra diversi players. Secondo Equita, il fatto che si stia cercando una soluzione tecnica efficace per garantire il miglioramento dell’offerta è comunque un segnale positivo.