Italia Markets close in 3 hrs 2 mins

Atlantia si garantisce risorse per alzare offerta su Abertis

di Pamela Barbaglia

LONDRA (Reuters) - Atlantia, il più grande operatore autostradale d'Italia, si è assicurata le risorse per aumentare l'offerta sulla concorrente spagnola Abertis, ma la mossa non avverrebbe prima di un mese, hanno detto a Reuters due fonti vicine al dossier.

La nuova offerta dovrebbe valutare Abertis a non meno di 19 euro per azione, complessivamente circa 17 miliardi di euro, visto che l'azienda italiana che deve superare l'offerta di 18,76 euro per azione presentata a ottobre dalla tedesca Hochtief.

I top manager di Atlantia, parlando con investitori Usa a New York questa settimana, hanno detto che l'azienda è disposta a pagare solo in cash, piuttosto che usare sia cash che azioni come inizialmente ipotizzato. Lo riferiscono le fonti, che erano presenti all'incontro.


Atlantia è impegnata in una guerra di offerte con Hochtief, controllata della spagnola ACS, da almeno sei mesi.

Inizialmente, a maggio 2017, aveva proposto ad Abertis un'offerta cash di 16,5 euro ad azione, offrendo anche nuove azioni Atlantia sulla base di uno swap ratio di 0,697 azioni Atlantia per ogni titolo Abertis. Ma cinque mesi dopo Hochtief ha presentato la propria controfferta.


La battaglia per il takeover sta ora entrando nelle fasi finali, dopo che il 2 febbraio Hochtief ha ottenuto il via libera incondizionato dell'Antitrust Ue.

Atlantia si aspetta che l'autorità spagnola di borsa CNMV, che vigila anche sulle fusioni, approvi l'offerta di Hochtief già entro il 12 febbraio, dicono le fonti. Quella di Atlantia ha già ottenuto luce verde sia dalle autorità europee che da quelle spagnole.

Una fonte vicina all'azienda italiana dice che non è stata presa ancora alcuna decisione sul timing o il prezzo della nuova offerta. Il 31 gennaio scorso l'amministratore delegato di Atlantia Giovanni Castellucci ha detto che intende valutare tutte le opzioni possibili per l'offerta su Abertis, una volta che quella di Hochtief sia stata approvata dall'Antitrust spagnolo.


Atlantia conta su almeno 2,5 miliardi di euro di risparmi sui costi per battere l'offerta da 16,9 miliardi di Hochtief, ha detto una delle fonti.


Un pool di banche d'investimento tra cui Credit Suisse, BNPParibas, Intesa Sanpaolo, Mediobanca e UniCredit hanno diminuito i costi del finanziamento ad Atlantia rispetto ai termini concordati quando l'azienda aveva lanciato la prima offerta nel maggio 2017, dicono le fonti. Ciò darebbe ad Atlantia maggiore potenza di fuoco per migliorare l'offerta.

Un'altra fonte vicina ad Atlantia dice che l'azienda consentirebbe agli investitori di Abertis di decidere se vogliono essere pagati in cash o azioni.

Mentre l'offerta iniziale italiana era condizionata al fatto che gli azionisti in rappresentanza di almeno 10,1% del capitale azionario di Abertis accettassero il pagamento in titoli Atlantia, la nuova offerta non prevedrebbe una simile soglia, dice la fonte.


Atlantia vuole Abertis per dare vita al più grande operatore autostradale del mondo, con un mercato combinato dal valore di oltre 40 miliardi. L'accordo contribuirebbe all'espansione sui mercati internazionali, come la Francia e l'America Latina, tagliando la dipendenza dall'Italia e dalla sua crescita lenta.


BUSTE CHIUSE

Una volta che le autorità spagnole avranno approvato l'offerta di Hochtief su Abertis, gli investitori avranno 30 giorni di tempo per decidere tra le due proposte di takeover.

Se gli offerenti decidessero di rilanciare negli ultimi cinque giorni del periodo di accettazione, dovrebbero farlo con un processo a busta chiusa sottoponendo l'offerta "migliore e finale" alle autorità spagnole. Che a quel punto renderebbe pubbliche le due offerte per consentire agli investitori di decidere.


Secondo le fonti Atlantia non vuole che Hochtief capisca le sue intenzioni e probabilmente aspetterà fino alla fine per presentare la nuova offerta.

In base alla normativa spagnola, se la distanza tra le offerte in busta chiusa è inferiore al 2%, Atlantia avrebbe la possibilità di migliorare la propria offerta, dato che è stata la prima a proporre l'acquisto di Abertis nel 2017.


A presiedere l'incontro di New York con una serie di fondi di investimento è stato il chief financial officer di Atlantia, Giancarlo Guenzi.


Guenzi, insieme al responsabile corporate finance& investor relations Massimo Sonego e a un altro manager delle relazioni con gli investitori, Domenico Dicuonzo, ieri era a Chicago nell'ambito di un roadshow organizzato da Santander, uno degli adviser del deal, ha riferito una delle fonti.

L'annuncio di Abertis, che intende cedere il 57% di Hispasat all'operatore spagnolo della rete Red Electrica eliminerebbe uno dei principali ostacoli all'acquisto, dato che il governo spagnolo considera Hispasat un asset strategico e non vuole che venga controllato da una società straniera.


-- Hanno collaborato José Elias Rodriguez e AndresGonzalez da Madrid, Francesca Landini da Milano