Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.567,31
    -343,06 (-1,15%)
     
  • Nasdaq

    12.145,66
    -60,19 (-0,49%)
     
  • Nikkei 225

    26.433,62
    -211,09 (-0,79%)
     
  • EUR/USD

    1,1950
    -0,0020 (-0,17%)
     
  • BTC-EUR

    16.168,18
    +838,26 (+5,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    379,40
    +14,80 (+4,06%)
     
  • HANG SENG

    26.341,49
    -553,19 (-2,06%)
     
  • S&P 500

    3.611,61
    -26,74 (-0,73%)
     

Atlantia: svolta decisiva per concessione. Giornate cruciali

Federica Pace

Le prossime giornate potrebbero essere decisive per Atlantia e in particolare per il futuro della sua controllata Autostrade per l'Italia.

A distanza di un anno e mezzo dal crollo del ponte Morandi a Genova, non si è ancora approdati ad una soluzione sul tema della revoca della concessione ad Aspi, chiesto a gran voce dal Movimento 5 Stelle.

Atlantia: ancora nessuna decisione su revoca concessione ASPI

Fino a qualche settimana fa sembrava esserci un certo appoggio anche del Partito Democratico, con la partita rimessa nelle mani del premier Conte.

Più volte è stata anticipata una decisione a breve sul tema, ma ad oggi non si è giunti ad alcuna determinazione.
Nuovi orizzonti però sembrano profilarsi per il futuro di Autostrade per l'Italia, con un imminente riassetto che dovrebbe permettere di scongiurare la temuta revoca della concessione.

Atlantia: rumor su riassetto di ASPI

Secondo quanto riferimento dal Sole 24 Ore, si starebbe lavorando ad un riassetto di Autostrade per l'Italia, che potrebbe coinvolgere Cassa Depositi e Prestiti o il fondo F2i.

Il tema sarà affrontato dalle fondazioni azioniste dei due fondi nei prossimi giorni, ma la decisione finale sarà del Governo.
ASPI pagherà una multa, una riduzione di tariffe e maggiori investimenti e manutenzioni.

L’ingresso di Cassa Depositi e Prestiti sarebbe supportato dai sostenitori della nazionalizzazione di ASPI a partire dal Movimento 5 Stelle.

Se invece fosse F2i ad entrare in ASPI, sarebbe un’operazione di mercato e privata, e in tal caso il fondo conferirebbe le proprie partecipazioni in aeroporti e torri tlc.

Secondo il Fatto Quotidiano il Ministero dei Trasporti sarebbe favorevole all’entrata di Cassa Depositi e Prestiti in ASPI, mentre il Ministero del Tesoro e la Presidenza del Consiglio sarebbero più scettici.

L’Avvocatura dello Stato avrebbe sconsigliato informalmente di procedere, mentre il Movimento 5 Stelle sarebbe contrario a questa ipotesi.

Atlantia: fari puntati su art. 35 del decreto Milleproroghe

Il Sole 24 Ore infine sottolinea che domani potrebbero essere discussi in Commissione gli emendamenti all’art. 35 del decreto Milleproroghe.

Questo articolo da un lato modifica il contratto di concessione, introducendo il ristoro in caso di revoca da parte del Governo a valori di libro e non più di cassa, con un ammontare che scenderebbe da 23 a 7 miliardi di euro.

Dall'altro l'articolo 35 fa venire meno la possibilità per il concessionario di restituire la concessione, qualora sopravvenga una normativa penalizzante.

I tempi per una successiva modifica in Parlamento potrebbero non esserci e quindi l’articolo 35 potrebbe passare come è stato scritto, senza che scatti però la revoca della concessione. Il Governo potrebbe utilizzare la norma eventualmente in caso di necessità.

Atlantia: concessione salva con ingresso CDP o F2I in ASPI

Secondo gli analisti di Equita SIM, una soluzione negoziale con l'entrata di Cassa Depositi e Prestiti o F2I in ASPI, secondo meccanismi di mercato, sarebbe positiva perché eviterebbe lo scenario di revoca della concessione.

L’entrata di F2I permetterebbe attraverso il conferimento di assets aeroportuali e Torri di diversificare gli assets della società, compensando in parte la riduzione della duration delle concessioni del gruppo.

La mancata modifica dell’articolo 35 nel decreto Milleproroghe ridurrebbe però il potenziale valore di wayout in caso di mancato accordo col governo, scenario che creerebbe comunque incertezza.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online