Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.156,69
    +265,67 (+0,78%)
     
  • Nasdaq

    12.113,79
    +226,34 (+1,90%)
     
  • Nikkei 225

    27.685,47
    -8,18 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,0730
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    21.666,12
    +81,95 (+0,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    535,28
    +9,32 (+1,77%)
     
  • HANG SENG

    21.298,70
    +76,54 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.164,00
    +52,92 (+1,29%)
     

Attacchi ucraini con droni a lungo raggio colpiscono difese aeree russe

Un'immagine satellitare mostra un bombardiere in volo a nord-est della base aerea di Engels a Saratov

KIEV/NOVOSOFIIVKA, UCRAINA (Reuters) - Un terzo aeroporto russo è stato incendiato in seguito ad un attacco di droni, un giorno dopo che l'Ucraina ha dimostrato un'apparente nuova capacità di penetrare a centinaia di chilometri di profondità nello spazio aereo russo con attacchi a due basi aeree russe.

I funzionari della città russa di Kursk, vicina al confine con l'Ucraina, hanno pubblicato immagini di fumo nero sopra un campo d'aviazione nelle prime ore di oggi, dopo l'ultimo attacco. Il governatore ha detto che un serbatoio di stoccaggio di petrolio è stato incendiato, aggiungendo che non ci sono state vittime.

La notizia è arrivata all'indomani della conferma russa di un attacco sul suo territorio da parte di quelli che, a suo dire, erano droni dell'era sovietica - nella base aerea di Engels, sede della flotta russa per i bombardieri strategici di vasta portata, e a Ryazan, a poche ore di macchina da Mosca. Kiev non ha rivendicato direttamente la responsabilità degli attacchi, ma li ha celebrati.

"Se la Russia valuterà che gli incidenti sono stati attacchi deliberati, probabilmente li considererà come alcuni dei fallimenti strategicamente più significativi nella protezione dall'invasione dell'Ucraina", ha detto il ministero della Difesa britannico.

"La catena di comando russa cercherà probabilmente di identificare e imporre severe sanzioni agli ufficiali russi ritenuti responsabili di aver permesso l'incidente"

Il ministero della Difesa russo ha detto che tre militari sono rimasti uccisi nell'attacco a Ryazan. Sebbene gli attacchi abbiano colpito obiettivi militari, la Russia li ha definiti terroristici e ha affermato che l'obiettivo era quello di mettere fuori uso gli aerei a lungo raggio.

Il New York Times, citando un alto funzionario ucraino, ha affermato che i droni coinvolti negli attacchi di ieri sono stati lanciati dal territorio ucraino e che almeno uno degli attacchi è stato effettuato con l'aiuto di forze speciali vicine alla base.

L'Ucraina non riconosce mai la responsabilità di attacchi all'interno della Russia. Interrogato sugli attacchi, il Ministro della Difesa ucraino Oleskiy Reznikov ha ripetuto una battuta secondo cui le esplosioni nelle basi russe sarebbero causate da fumatori di sigarette poco attenti.

"Molto spesso i russi fumano in luoghi dove è vietato fumare", ha detto.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Andrea Mandalà)