Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.981,57
    +21,57 (+0,07%)
     
  • Nasdaq

    13.653,11
    +17,12 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,18
    -276,11 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,2164
    +0,0019 (+0,16%)
     
  • BTC-EUR

    26.434,35
    +47,36 (+0,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    648,20
    +0,88 (+0,14%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.855,26
    -0,10 (-0,00%)
     

Attacco Iran contro target Usa in Iraq: yen a record in tre mesi. TV iraniana: morti 80 terroristi americani

Laura Naka Antonelli

L'avversione al rischio rinfocolata dall'attacco dell'Iran contro due basi irachene che ospitano militari americani -e anche italiani - premia per l'ennesima volta lo yen, considerato valuta rifugio per eccellenza insieme al franco svizzero. La valuta giapponese sale al massimo degli ultimi tre mesi nei confronti del dollaro Usa, con il rapporto USD/JPY sotto pressione fino a JPY 107,74 yen per dollaro. Acquisti anche sul franco, che avanza fino a 0,9674 nei confronti del dollaro Usa. L'euro è piatto nei confronti del dollaro, a $1,1149; euro-yen ora poco mosso, a JPY 120,90. La sterlina sale nei confronti del dollaro dello 0,09%, a $1,3138. Euro franco svizzero piatto a CHF 1,0823. L'emittente iraniana Press TV ha riportato che almeno 80 "terroristi americani" sono stati uccisi in un attacco sferrato con 15 missili che Teheran ha lanciato contro target americani in Iraq, con una rappresaglia scattata dopo l'uccisione del generale Qassem Soleimani ordinata da Donald Trump. Tuttavia, la stessa Press TV ha precisato di non aver avuto modo di verificare il numero delle vittime.