Italia Markets closed

Attesa un'altra gamba ribassista: long e short su vari titoli

Davide Pantaleo

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata a Bruno Moltrasio, trader professionista e titolare del sito www.brunomoltrasio.eu al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.

In queste ultime sedute del 2017 l'indice Ftse Mib continua a viaggiare a poca distanza dall'area dei 22.000 punti, senza mostrare segnali di ripresa. Qual è la sua view su Piazza Affari?

L’impostazione tecnica del nostro indice resta quella che avevo già evidenziato la scorsa settimana, ovvero a mio avviso l’indice dovrebbe trovarsi all’interno di una fase correttiva che prelude ad una ulteriore gamba ribassista.

I target rimangono quelli segnalati nell’intervista della settimana scorsa, per cui l’obiettivo di prezzo resta al momento area 21.350. 

I lettori di Trend-online possono visionare gratuitamente l’analisi completa di grafici e livelli cliccando sul seguente link .

Nella seduta di ieri tra i bancari si è messo ancora in evidenza Banco BPM, mentre ha perso terreno Intesa Sanpaolo. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?

Banco BPM ha recuperato i minimi in area 2,60 e non escludo che possa anche proseguire il rimbalzo e tornare verso 2.88-2.90 euro. La tendenza di fondo rimane comunque ribassista fin tanto che i prezzi restano al di sotto della soglia di 2.90 euro. 

Di conseguenza preferirei per questo titolo strategie ribassiste, anche se attualmente non reputo ci sia il timing giusto per un’entrata.

Intesa Sanpaolo ha un andamento laterale da fine novembre che può considerarsi correttivo. Non mi meraviglierebbe vedere una rottura dei minimi in area 2,75 euro, tanto che, su questo titolo, si potrebbero aprire posizioni ribassiste in area 2.80, con stop sopra 2,86 euro. Potenziali target in area 2,60-2.63 euro.

Ieri Fca ed Exor hanno imboccato strade diverse, con il primo in calo e il secondo in lieve rialzo. Valuterebbe un acquisto di questi due titoli sui livelli attuali?

Penso che anche FCA, come i bancari appena analizzati, sia in fase correttiva. Il titolo sembra ben impostato all’interno di un trend al rialzo e valuterei acquisti nell’area 14,65-14.85 euro. 

Aspetterei però un segnale di forza con una seduta molto positiva e direzionale che mi confermi l’entrata di flussi di denaro in acquisto.

Exor dal punto di vista tecnico sta formando una figura triangolare che, a giudicare dai volumi, pare una sorta di assestamento prima di un’ulteriore movimento ribassista che potrebbe portare le quotazioni in area 48.50 euro.

Anche il timing di entrata per un’operazione short sembrerebbe buono: entrerei ai valori attuali con stop subito sopra 52.90 euro.

Come valuta il recente andamento di STM e di Telecom Italia? Quali indicazioni operative ci può fornire per questi due titoli?

STM dopo l’importante rally è ormai laterale da circa 3 settimane e penso che questa situazione di incertezza possa durare ancora, quindi sconsiglierei qualsiasi tipo di operatività sul titolo, almeno fin quando non ci darà indicazioni precise sui possibili movimenti futuri. 

Tecnicamente STM potrebbe tornare a testare area 19 euro. Diciamo che è un titolo la cui situazione tecnica è da rivalutare.

Telecom Italia ha fatto un bel balzo verso l’alto dopo aver testato i minimi in area 0,65 euro, ma non penso che il movimento possa dare origine ad una inversione della tendenza di fondo che resta ribassista. 

A livello tecnico il titolo sembra aver completato una flag e rotta la trend line inferiore potrebbe tornare a scendere verso i minimi precedenti in area 0.65 euro. Da monitorare il livello 0,7185-0.7190 euro: la violazione ribassista di questo importante livello, con molta probabilità, aprirebbe la strada a nuovi ribassi.

Quali sono i titoli che a suo avviso presentano configurazioni grafiche interessanti? A quali consiglia di guardare ora?

Graficamente mi sembra che A2A si presti all’apertura di una posizione rialzista: il titolo ha una buona impostazione al rialzo e sembra avere già completato la correzione. Aprirei posizioni long dagli attuali livelli con stop sotto 1.53-1.54 euro e primo target in area 1.65 euro.

Sempre per una strategia rialzista opterei su Aeroporto Guglielmo Marconi Bologna. Dopo il rialzo di novembre e la correzione che il titolo ha messo a segno fino ad oggi, penso che le quotazioni possano raggiungere quota 17.40 euro. Acquisterei sui livelli attuali con stop sotto 15.45 euro.

 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online