Austerità, l'ultimo treno per la grande depressione!

Partecipa all'incontro gratuito che si terrà Lunedì 11 Febbraio alle ore 18.00 dal titolo: LE GIUSTE MODALITÀ OPERATIVE PER UN TRADING PROFICUO, (è necessaria solo l'iscrizione). I temi affrontati saranno: Come Costruire un Piano di Trading, I principi annunciati da Dow, sono ancora attuali? Figure di Analisi Tecnica: come interpretarle e come tradarle. Figure di continuazione. Candele Giapponesi: definizione ed interpretazione. L'incontro verrà presieduto da Gerardo Murano, Chief Analyst, Analista Finanziario e Socio Ordinario SIAT. Link per iscrizione! Come ho spesso sottolineato ciò che ha permesso ad Iceberfinanza di anticipare prima di chiunque altro le dimensioni di questa crisi in Italia è stata la storia, uno studio appasionato e meticoloso delle dinamiche storiche e soprattutto della crisi giapponese e della Grande Depressione del ’29.

Chiunque dimentica il suo passato è destinato a riviverlo! Questa volta è diverso! Spesso e volentieri la storia non si ripete ma ama fare la rima! Scegliete un pò Voi quella che preferite ma chi sostiene che non si può comprendere dalle lezioni delle storia quello che accadrà o meglio come risolvere i problemi e gli squilibri attuali, significa che non conosce la storia o meglio che non è in grado di interpretarla.

Come ho scritto in L’ULTIMO TRENO, un post antico ma che vi consiglio di rileggervi… Nassim Nicholas Taleb ci direbbe oggi di lasciare che i governi facciano pure le loro previsioni, il loro interesse è quello di sopravvivere e autoperpetuarsi non certo di arrivare alla verità. Aggiungerebbe inoltre di non sprecare tempo a lottare contro gli esperti di previsioni, gli analisti di mercato azionario, gli economisti e gli scienziati sociali a meno che non si voglia farci beffe di loro. E’ inutile lamentarsi dell’imprevedibilità, la gente continuerà sempre a fare previsioni in modo sciocco, sopratutto se è pagata per farlo e nessuno di noi può mettere fine alle frodi istituzionalizzate.

, Che dire, per certi versi Nicholas ha ragione, alcune sue osservazioni sul suo libro sono da manuale, in particolar modo questa: ” La conoscenza anche quando si avvicina alla verità, non porta sempre ad azioni adeguate, perchè se non facciamo attenzione, tendiamo sempre a dimenticare ciò che conosciamo oppure scordiamo come elaborarlo in modo corretto, anche se siamo esperti. E’ dimostrato che gli statistici tendono a lasciare il cervello in aula e a commettere errori deduttivi banalissimi quando escono ……” Ora mi raccomando non perdetevi questo video e diffondetelo! Mentre Mario Monti e Angelina vanno alla guerra contro il mulini a vento della loro fallimentare ideologia vi lascio nel fine settimana con questo video illuminate che troverete seguendo il link, un video che riassume l’intervista … … con Linkiesta, di Ulrike Herrmann mostra un volto poco noto della Germania: quello di un paese che s’interroga sul proprio essere morale e sul suo ruolo nel continente. Se l’euro ha avvantaggiato le esportazioni tedesche, e se i problemi strutturali europei hanno messo in crisi i debiti nazionali di Italia, Spagna e Grecia, i tedeschi devono essere pronti a rinunciare a parte del proprio successo per evitare il tracollo generale.

La Herrmann è anche autrice di un libro sul declino della classe media (Hurra, wir dürfen zahlen. Der Selbstbetrug der Mittelschicht. Westend Verlag, 2010), in cui si denuncia come il successo tedesco sia avvenuto al costo di una nuova questione economica: quella della polarizzazione della società. Nella sua intervista non impiega mai le mezze misure: se i tedeschi non vogliono capire le sue idee “sono stupidi”. Rivolge uno sguardo severo al processo di “americanizzazione” in atto nel mondo tedesco.

, Soprattutto, vuole tentare di “aprire gli occhi” anche agli italiani. Se l’Italia uscisse dall’euro, ciò sarebbe terribile per la Germania. Questa sarebbe un’”arma di ricatto” che potrebbe consentire al prossimo premier italiano di negoziare una nuova posizione per l’Italia in Europa, abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a risolvere i problemi. Leggi il resto abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a risolvere i problemi…abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a risolvere i problemi…abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a risolvere i problemi.

D’ora in poi l’austerità accompagnerà anche il nostro viaggio! Autore: Andrea Mazzalai Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.516,27 0,68% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati