Italia markets close in 6 hours 9 minutes
  • FTSE MIB

    26.067,90
    +62,50 (+0,24%)
     
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    68,19
    +1,69 (+2,54%)
     
  • BTC-EUR

    50.662,81
    +192,81 (+0,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.460,20
    +21,31 (+1,48%)
     
  • Oro

    1.770,60
    +7,90 (+0,45%)
     
  • EUR/USD

    1,1303
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.110,47
    +2,45 (+0,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8511
    +0,0017 (+0,20%)
     
  • EUR/CHF

    1,0397
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,4514
    +0,0042 (+0,29%)
     

Auto blu e abusi, Anac chiede più trasparenza, Brunetta: "non abbassiamo la guardia"

·2 minuto per la lettura

L'Anac, l'Autorità anticorruzione, accende un faro sulle auto blu e con una delibera chiede più trasparenza alle amministrazioni pubbliche affinché rendano noto quante auto di servizio dispongono e di quali tipologie, inserendo dati e numeri sui propri siti istituzionali come atto di “Amministrazione trasparente”. Inoltre l'Anac, ai fini di prevenire la corruzione ed evitare abusi di utilizzo o usi impropri, raccomanda alle amministrazioni pubbliche in fase di definizione del Piano Anticorruzione di programmare misure idonee volte ad assicurare un uso corretto delle “auto blu”, e a svolgere un attento monitoraggio sull’attuazione delle misure introdotte. Nel provvedimento l'Autorità ricorda inoltre che “l’uso esclusivo delle auto blu è concesso alle sole autorità politiche e ad alcune categorie di funzionari pubblici individuati con riferimento alla salvaguardia delle esigenze funzionali di servizio e di sicurezza personale”.

A stretto giro il dipartimento della Funzione pubblica ha replicato con una nota comunicando che i dati relativi al parco auto delle pubbliche amministrazioni al 31 dicembre 2020 "confermano, peraltro, l’efficacia delle misure messe in atto, se oggi - come evidenziato dai dati dell’ultimo censimento di agosto riportati dall’Anac - ne contiamo meno di 27.000 rispetto alle 600.000 del 2010". Inoltre, "confrontando i dati del 2018, le auto blu risultano ridotte del 21% e l’aumento del 3,7%, registrato rispetto al 2019, riguarda soprattutto il settore della sanità, più esposto alle conseguenze della pandemia".

"Lo stesso numero delle auto a uso esclusivo, 734 in totale, conferma il trend virtuoso, - segnala la Funzione Pubblica - ove si consideri che nelle amministrazioni dello Stato le auto a uso esclusivo, riservate alle autorità politiche, sono solo 20". Il titolare del Dipartimento, il ministro Renato Brunetta, fa sapere che "condivide la preoccupazione dell’Anac e sin da subito, sbloccando la rilevazione, (che si era arenata nel periodo dell'emergenza sanitaria) rimarca con forza l’esigenza di non abbassare la guardia. Anche attraverso il coinvolgimento degli organi di controllo interno delle singole amministrazioni, sarà garantita una serrata verifica del rispetto dei vincoli stabiliti dalla normativa di settore, nell’osservanza degli obblighi di trasparenza”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli