Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.033,67
    -265,66 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    14.039,68
    -33,17 (-0,24%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,2005
    -0,0128 (-1,06%)
     
  • BTC-EUR

    32.256,72
    -1.126,74 (-3,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    961,10
    -31,37 (-3,16%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • S&P 500

    4.223,70
    -22,89 (-0,54%)
     

Auto, Detroit diventa 'Jeep City' con primo nuovo stabilimento in 30 anni

·1 minuto per la lettura
Il modello Jeep Grand Cherokee L presso l'impianto di assemblaggio di Detroit Mack Plant

DETROIT (Reuters) - All'interno del primo nuovo impianto di assemblaggio auto costruito nella "Motor City" dal 1991, l'odore di metallo riscaldato pervade l'aria mentre i nuovi Suv Jeep Grand Cherokee L scendono dalla linea di saldatura.

Per Stellantis è l'odore dei soldi. Per la città di Detroit significa 5.000 nuovi posti di lavoro.

Stellantis ha aperto ieri le porte del Mack Avenue, il nuovo stabilimento per l'assemblaggio da 1,6 miliardi di dollari, esibendo parte del complesso da circa 28.000 metri quadri completato e reso operativo per la maggior parte durante la pandemia.

I veicoli Grand Cherokee L sulla linea di assemblaggio sono i primi di una nuova generazione di modelli Jeep, mirati a espandere le vendite del marchio a clienti che vogliono dei Suv con tre file di sedili.

Fino ad adesso i Grand Cherokee avevano offerto solamente modelli a cinque posti. Ora, con spazio fino a sette passeggeri, Jeep può sfidare rivali come l'Explorer di Ford Motor, il GMC Acadia di General Motors e i Suv più grandi dei marchi europei e giapponesi.

Lo stabilimento, che ha avviato la produzione a marzo, lavora ora su tre turni giornalieri, come comunicato dal manager Michael Brieda.

Secondo Brieda, in un mercato del lavoro rigido la sfida più grande per lo stabilimento è stata "quella di trovare persone in grado di lavorare in un ambiente manifatturiero". I candidati sono stati sottoposti a una prova di destrezza durante il colloquio di lavoro.

L'azienda ha reso noto che circa 2.100 residenti della città di Detroit sono stati assunti nello stabilimento.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)