Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.565,41
    -317,06 (-1,18%)
     
  • Dow Jones

    34.725,47
    +564,69 (+1,65%)
     
  • Nasdaq

    13.770,57
    +417,79 (+3,13%)
     
  • Nikkei 225

    26.717,34
    +547,04 (+2,09%)
     
  • Petrolio

    87,29
    +0,68 (+0,79%)
     
  • BTC-EUR

    33.795,38
    +777,78 (+2,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    863,83
    +21,37 (+2,54%)
     
  • Oro

    1.790,10
    -3,00 (-0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,1152
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.431,85
    +105,34 (+2,43%)
     
  • HANG SENG

    23.550,08
    -256,92 (-1,08%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.136,91
    -48,06 (-1,15%)
     
  • EUR/GBP

    0,8320
    -0,0008 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0375
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4232
    +0,0044 (+0,31%)
     

Auto: immatricolazioni in Europa in calo del 17,5%, Stellantis fa peggio del mercato

·1 minuto per la lettura

Continua la serie rossa dei dati sul mercato automobilistico dell’Europa Occidentale (EU + EFTA + UK). In novembre nell’area sono state immatricolate 864.119 autovetture con un calo del 17,5% sullo stesso mese del 2020, ma rispetto alla situazione ante pandemia, cioè rispetto al novembre 2019, la contrazione è del 28,7%. Calo questo che è in linea con la contrazione che si riscontra per i primi 11 mesi dell’anno, che, rispetto al 2019, è del 25,6%. In questo periodo soltanto i piccoli mercati dell’Islanda e della Norvegia fanno registrare una crescita delle immatricolazioni. Tutti gli altri mercati dell’Europa Occidentale sono in rosso, compresi quelli dei cinque maggiori Paesi. La Germania, sempre rispetto al 2019, chiude il consuntivo gennaio-novembre con un calo del 28%, la Francia perde il 25,1%, l’Italia il 22,8%, la Spagna il 32,9% e il Regno Unito il 28,8%. Tra i produttori, Stellantis ha registrato a novembre un ribasso delle immatricolazioni del 21,2%, facendo peggio del mercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli