Italia Markets open in 7 hrs 11 mins

Auto: immatricolazioni Ue -7,8% di nuovo giù a ottobre, Fca +3,9%

Glv
·2 minuto per la lettura

Roma, 18 nov. (askanews) - Di nuovo in rosso a ottobre il mercato europeo dell'auto, dopo che a settembre c'era stato un primo segnale positivo (+3,1%) di un 2020 segnato dalla pandemia. Lo comunica l'Acea, l'associazione dei costruttori europei, sottolineando che il mese scorso le immatricolazioni sono diminuite del 7,8% con 953.616 nuove macchine vendute in tutta l'Ue. Un calo legato anche alle nuove restrizioni decise da diversi governi europei per contrastare la seconda ondata di contagi. Per Fiat Chrysler invece le immatricolazioni a ottobre sono state 66.514, in aumento del 3,9% rispetto allo stesso mese del 2019, mentre la quota di mercato è cresciuta dal 6,2% al 7%. A eccezione dell'Irlanda e della Romania, a ottobre tutti i mercati dell'Ue sono in perdita, compresi i quattro principali. La domanda è diminuita notevolmente in Spagna (-21%), mentre ci sono state flessioni più moderate in Francia (-9,5%) e Germania (-3,6%). In Italia invece la domanda è rimasta pressochè invariata (-0,2%) rispetto allo stesso mese del 2019. Nel periodo gennaio-ottobre però le immatricolazioni sono crollate del 26,8%, perchè l'impatto del coronavirus sulla domanda "rimane senza precedenti". In tutta l'Unione Europea sono stati immatricolati circa 8 milioni di macchine, con un calo di oltre 2,9 milioni di auto rispetto ai primi dieci mesi dell'anno scorso. Per i mercati principali, la Spagna ha avuto la flessione più pesante (-36,8%), seguita da Italia (-30,9%), Francia (-26,9%) e Germania (-23,4%). Per il gruppo Fca a gennaio-ottobre le immatricolazioni sono state 525.088 con un calo del 30,5%, mentre la quota di mercato è diminuita dal 6,9% al 6,6%. La dinamica di ottobre è positiva per Jeep e Fiat, ma sui dieci mesi resta in perdita per tutti i brand: Jeep segna +7,4% a ottobre e -32,8% nei dieci mesi; Fiat +6,1% il mese scorso e -29% a gennaio-ottobre; Lancia -2,8% e -32,6%; Alfa Romeo -18,5% e -38,3%. Il primo gruppo europeo per auto vendute resta la Volkswagen, con 238.029 macchine immatricolate a ottobre: in calo del 9,1% e con una quota di mercato in discesa dal 25,3% al 25%. Al secondo posto ci sono i francesi di Psa (Peugeot e Citroen) che hanno venduto a 153.746 auto, con una diminuzione del 6,6% e una quota in espansione dal 15,9% al 16,1%.