Italia Markets closed

Autonomia, Cisl: sì, ma nel quadro dell'unità nazionale

Vis

Roma, 14 nov. (askanews) - "Sono arrivati i primi segnali nel corso dell'incontro che Cgil, Cisl e Uil hanno avuto con il ministro degli Affari regionali sul programma del Governo in materia di riforme degli enti territoriali". Lo dichiara in una nota il segretario confederale della Cisl, Ignazio Ganga. "Il progetto del ministro è quello di varare rapidamente una legge quadro per l'attuazione dell'autonomia differenziata, che fissi delle coordinate uniformi e valevoli per tutte le regioni nel cui ambito dovranno muoversi le singole intese - dice - la Cisl sul tema ha sempre richiesto al Governo un coordinamento della materia e al Parlamento il doveroso esercizio delle sue prerogative".

"Questo nella logica di fondo di considerare l'autonomia un'opportunità finalizzata a rendere servizi migliori e più efficienti ai cittadini - aggiunge - ma nel quadro dell'unità nazionale e della solidarietà cooperativa dei territori, fissando i livelli essenziali per i diritti fondamentali da assicurare in misura uguale a tutti i cittadini del Paese e definendo una volta per tutte fabbisogni e costi standard delle prestazioni connesse ai diritti al fine di efficientare il sistema. Analogamente è emersa l'indicazione per una riforma del testo Unico degli enti locali individuando chiaramente funzioni e risorse per Province, città metropolitane e Comuni. La Cisl ha ribadito al ministro l'importanza e il valore di un confronto costante, collaborativo e costruttivo, sia a livello nazionale che a livello territoriale, tra amministrazione e rappresentanze sociali, in primis il sindacato".