Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.543,96
    -300,44 (-1,08%)
     
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.124,28
    -364,82 (-1,28%)
     
  • Petrolio

    84,27
    +2,15 (+2,62%)
     
  • BTC-EUR

    37.693,61
    -814,16 (-2,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.037,76
    +12,03 (+1,17%)
     
  • Oro

    1.817,30
    -4,10 (-0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,1416
    -0,0044 (-0,39%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     
  • HANG SENG

    24.383,32
    -46,48 (-0,19%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.272,19
    -43,71 (-1,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8341
    -0,0013 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0431
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4328
    -0,0003 (-0,02%)
     

Autonomia record per la Mercedes Vision EQXX elettrica

·2 minuto per la lettura
Autonomia record per la Mercedes Vision EQXX elettrica
Autonomia record per la Mercedes Vision EQXX elettrica

Il nuovo veicolo della casa tedesca promette di percorrere più di mille chilometri con una sola ricarica, il doppio dell’autonomia delle principali concorrenti

Una delle sfide più difficili per la rivoluzione elettrica del mondo delle auto è rappresentata dall’autonomia dei veicoli, vero banco di prova della reale diffusione di massa della nuova tecnologia, in attesa di una presenza davvero capillare delle stazioni di ricarica. Sfida, questa, presa sul serio dalla Mercedes che presto presenterà la Vision EQXX, il nuovo veicolo della casa tedesca che promette un’autonomia quasi doppia rispetto ai concorrenti. Anche se non ci sono ancora notizie ufficiali, l’auto potrebbe essere presentato il prossimo 3 gennaio nel corso del Consumer Electronics Show (CES) 2022 nello scenario di Las Vegas.

AUTONOMIA DA RECORD PER LA VISION EQXX

Il nuovo modello della Mercedes è stato immaginato per essere il “veicolo elettrico più efficiente” della casa tedesca, secondo le parole di Markus Schäfer, chief operating officer della società. La tecnologia messa a punto permetterà al veicolo di percorrere “mille chilometri con una sola ricarica in condizioni reali e un consumo in kWh/100 km che sia a una cifra su strade normali”, spiegava il manager, percorrendo da Stoccarda a Nizza (ad esempio) senza doversi fermare a ricaricare. Per fare un paragone, l’autonomia attuale di una Tesla Model Y supera appena i 500 km con una ricarica.

L’IMPORTANZA DELL’AERODINAMICA

Dalle immagini diffuse da Mercedes emerge una linea sportiva, fluida (quasi liquida), caratterizzata da superfici curve e da un frontale sportivo dominato da una fascia di luce a LED e due prese d’aria sul cofano. Forme pensate soprattutto per l’aerodinamica, fondamentale per aumentare l’autonomia, in quanto Schäfer sostiene che l’obiettivo è quello di superare di 0,20 il coefficiente di resistenza della EQS, modello che attualmente detiene il record dell’auto di produzione più efficiente dal punto di vista aerodinamico.

LA TECNOLOGIA

Per raggiungere un’autonomia così ampia, Mercedes sta già lavorando sulla densità di energia delle sue batterie e le stime attuali parlano di una batteria montata sul veicolo dotata di una densità superiore del 20% a quella del modello EQS. Per quanto riguarda il motore, questo proverrà direttamente dalla F1, in quanto sviluppato dalla High Performance Powertrain division (HPP) della casa automobilistica tedesca.

ALTRE NEWS DI FINANCIALOUNGE.COM:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli