Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.955,76
    -336,90 (-1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Autostrade A24 e A25 tornano ad Anas, Consiglio Stato ribalta Tar

(Adnkronos) - Le autostrade A24 e A25 tornano da oggi sotto il controllo di Anas. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato, accogliendo l'istanza dell'Avvocatura dello Stato e sospendendo così la decisione del Tar di fine luglio che aveva stabilito che alla società Strada dei Parchi sarebbe rimasta la concessione, revocata il 7 luglio dal Cdm "per gravi inadempimenti", fino al 20 settembre. La nuova udienza di merito è stata fissata per il 25 agosto.

Davanti alla decisione del governo dello scorso 7 luglio, il 12 luglio il Tar del Lazio aveva accolto il ricorso di Strada dei Parchi, fissando un'udienza per il 7 settembre. L'Avvocatura di Stato, per conto del governo, aveva presentato ricorso contro la decisione del tribunale, e il 28 luglio il Tar aveva confermato la sospensiva con pronuncia nel merito il 20 settembre. Con la decisione di oggi del Consiglio di Stato, quest'ultima decisione è stata invece ribaltata, affidando la gestione delle due autostrade all'Anas.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli