Italia Markets closed

Autostrade, Aspi: nuovo piano, investimenti per 7,5 miliardi -2-

Glv

Roma, 16 gen. (askanews) - Nel 2020-2023, spiega Autostrade per l'Italia, "sono stati programmati investimenti sulla rete per circa 5,4 miliardi, che portano quasi a triplicare gli importi investiti dalla società nel quadriennio precedente (circa 2,1 miliardi). Salgono a 1,6 miliardi le spese in manutenzione (due miliardi considerate anche le spese del 2019), con un aumento del 40% rispetto al quadriennio precedente, in linea con le interlocuzioni con il ministero delle infrastrutture".

Queste risorse "consentiranno di portare a compimento entro i prossimi quattro anni un piano di ammodernamento dei principali asset strategici della rete come ponti, viadotti, cavalcavia, gallerie, pavimentazioni, barriere di sicurezza. Previsti inoltre ampliamenti e potenziamenti su 30 chilometri della rete esistente, con apertura al traffico entro il 2023".

Il piano prevede "la completa digitalizzazione delle procedure e dei processi lavorativi aziendali, attraverso l'adozione dei più avanzati strumenti tecnologici disponibili sul mercato. Un elemento cardine di questa strategia è la realizzazione, insieme a Ibm, di una piattaforma di intelligenza artificiale che consentirà di monitorare i 1.943 ponti e viadotti della rete".

La nuova piattaforma "sarà impiegata dalle società esterne incaricate delle attività di monitoraggio e sarà basata su una totale trasparenza e condivisione delle informazioni (infrastruttura dati unica, architettura dei sistemi cloud, utilizzo di big data)".

Per l'attivazione della piattaforma "sono già in corso di installazione sulla rete autostradale diverse sensori multifunzione, grazie ai quali sarà possibile avere un monitoraggio continuo delle opere d'arte prioritarie e una raccolta informazioni in tempo reale sulle condizioni di viabilità e controllo traffico (ad esempio tramite sistemi di pesa dinamica e tracciamento trasporti eccezionali)".

Saranno inoltre impiegati "droni dotati di piani di volo automatico per migliorare ulteriormente il monitoraggio di ponti e viadotti, oltre a telecamere ad alta velocità, tecnologie laser e georadar per la sorveglianza delle gallerie". L'investimento complessivo per la digitalizzazione degli asset e dei processi organizzativi è pari ad altri 200 milioni, "che si aggiungono a circa 300 milioni di investimenti in software, hardware e altri beni materiali e immateriali di proprietà".

(segue)