Italia Markets open in 6 hrs 37 mins

Autostrade, Fondazione Crt pronta a mediare su Atlantia

Cos

Roma, 27 dic. (askanews) - Fondazione Crt, con circa il 5%, "è azionista di Atlantia fin dai tempi della privatizzazione. L'investimento finanziario era legato anche ai benefici che Autostrade avrebbe portato al sistema infrastrutturale del Paese e del nostro territorio. È stato un investimento soddisfacente in un gruppo che, va ricordato, non è più solo italiano ma - soprattutto dopo l'operazione Abertis - ha rilevanza internazionale. Seguiamo con attenzione le interlocuzioni in corso tra il Governo e Atlantia. Siamo fiduciosi che si arriverà a una composizione nell'interesse generale". Così il presidente della Fondazione Crt, Giovanni Quaglia, in un'intervista su 'Il Sole24Ore', in merito al rischio di revoca della concessione e all'ipotesi di ingresso di Cdp.

"Sono certo che il legislatore affronterà l'argomento con grande senso di responsabilità, prestando grande attenzione a non distruggere un sistema di impresa leader nel mondo e a non far fuggire o scoraggiare gli investitori internazionali", aggiunge puntualizzando di essere favorevole a "tutto quello che può servire per rafforzare la società. E siamo disposti a svolgere un ruolo propositivo ed eventualmente di mediazione".

La Fondazione Crt, ricorda il quotidiano economico-finanziario, incide anche, attraverso gli investimenti di un patrimonio di circa 3 miliardi, in varie partite finanziarie di rilievo nazionale, essendo azionista di Cdp, Atlantia, UniCredit, Generali, BancoBpm e ASTM.