Italia Markets closed

Autostrade: pronti a confronto su compensazioni e investimenti -3-

Red/Rar

Milano, 4 gen. (askanews) - Alla domanda se potesse garantire l'assoluta sicurezza dell'intera rete in gestione, Tomasi ha detto: "Il lavoro svolto mi consente di dire di sì, senza dubbio. Anche se gli eventi più recenti ci impongono di mantenere alta l'attenzione e di continuare ad agire con la massima celerità. Abbiamo rivoluzionato il sistema dei controlli, escludendo Spea e affidandoli a società terze, anche con il coinvolgimento delle Università. Abbiamo apprezzato la disponibilità al confronto della ministra De Micheli, con cui abbiamo definito non solo agevolazioni nei pedaggi e una verifica ogni 15 giorni sulla pianificazione degli interventi, ma anche la necessità di un protocollo di regole condivise con il Consiglio superiore dei lavori pubblici, che fungano da guida per l'intero comparto".

Parlando del sistema portuale ligure al collasso, Tomasi ha osservato: "Abbiamo attivato un dialogo molto proficuo con il Ministero dei Trasporti, la Regione ed il Comune. E stiamo valutando con l'autorità portuale una diversa distribuzione degli orari di uscita dei camion, oltre che eventuali sostegni economici per assicurare la fluidità del traffico e i necessari interventi di manutenzione". E sulla chiusura di alcuni viadotti sulla A14 perché i guardrail non erano a norma, l'Ad di Aspi ha spiegato: "Anche qui stiamo dialogando con la Prefettura, la regione, il ministero dei Trasporti. Abbiamo in programma investimenti per 1,3 miliardi per l'ammodernamento delle barriere di sicurezza su tutta la rete nazionale, a partire dalla A14. E abbiamo deciso di lavorare con la nostra società Pavimental nei cantieri prioritari per ridurre i tempi di gara e di esecuzione, attenuando i disagi per chi viaggia. Ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutte le istituzioni".