Italia markets open in 2 hours 43 minutes
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    +132,77 (+0,99%)
     
  • Nikkei 225

    30.115,05
    +443,35 (+1,49%)
     
  • EUR/USD

    1,2183
    +0,0015 (+0,12%)
     
  • BTC-EUR

    40.933,24
    -1.477,24 (-3,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    994,68
    +0,01 (+0,00%)
     
  • HANG SENG

    30.393,73
    +675,49 (+2,27%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     

Aviva, deadline febbraio per offerte finali asset Francia, Polonia da 5,5 mld - fonti

di Pamela Barbaglia
·2 minuto per la lettura
Logo di Aviva presso la sede dell'azienda a Londra

di Pamela Barbaglia

LONDRA (Reuters) - La compagnia assicurativa britannica Aviva ha fissato per la fine di febbraio le date per ricevere le offerte finali per gli asset in Francia e Polonia, valutati complessivamente circa 5,5 miliardi di euro, secondo tre fonti vicine alla situazione.

Secondo le fonti Aviva ha già avuto offerte indicative da una serie di pesi massimi del settore e vuole chiudere la vendita di entrambe le attività entro la fine del primo trimestre.

Nel dettaglio gli asset francesi sono valutati circa 3,5 miliardi di euro, mentre quelli polacchi sui 2 miliardi.

La vendita rientra nell'ambito del piano di ristrutturazione messo a punto dalla Ceo Amanda Blac che punta a focalizzarsi sulle attività 'core' in Gran Bretagna, Irlanda e Canada.

Aviva non ha commentato ma ha confermato che sta esplorando opzioni strategiche per il suo portafoglio di asset, incluse Francia e Polonia.

Generali, Allianz e l'olandese NN Group sono tra i soggetti in lizza per gli asset polacchi, per i quali la scadenza per le offerte definitive è fissata al 26 febbraio, dicono le fonti.

Il gruppo cooperativo francese Macif è favorito nella gara in Francia avendo messo sul tavolo una proposta da 3,5 miliardi e sta lavorando all'offerta definitiva entro la scadenza del 22 febbraio, spiegano le fonti.

In lizza per gli asset francesi anche Eurazeo e l'operatore specializzato nel ramo Vita Athora, appoggiato dal fondo di private equity Apollo, hanno aggiunto.

Si è invece tirata indietro Allianz, mentre Generali ha scelto di restare alla finestra, dicono le fonti aggiungendo che resta interessata ad alcuni degli asset francesi in vendita e potrebbe eventualmente allearsi con Eurazeo qualora si aggiudicasse la vendita.

Nessun commento da Eurazeo, NN Group, Allianz e Generali mentre non è stato possibile raggiungere nell'immediato Macif and Athora.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)