Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 9 minutes
  • FTSE MIB

    34.589,35
    +128,83 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    39.671,04
    -201,95 (-0,51%)
     
  • Nasdaq

    16.801,54
    -31,08 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,39
    +0,82 (+1,06%)
     
  • Bitcoin EUR

    63.713,01
    -648,98 (-1,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.498,95
    -3,71 (-0,25%)
     
  • Oro

    2.369,60
    -23,30 (-0,97%)
     
  • EUR/USD

    1,0862
    +0,0035 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    5.307,01
    -14,40 (-0,27%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.053,64
    +28,47 (+0,57%)
     
  • EUR/GBP

    0,8523
    +0,0014 (+0,16%)
     
  • EUR/CHF

    0,9913
    +0,0008 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4833
    +0,0017 (+0,12%)
     

Axa, vendite trim1 aumentano del 6% trainate da polizze a imprese

Logo della compagnia assicutiva francese Axa

PARIGI (Reuters) - La francese Axa, seconda compagnia assicurativa europea, ha registrato una crescita del 6% nelle vendite del primo trimestre, trainata dalle polizze danni alle imprese, la principale linea di business del gruppo.

I ricavi totali del primo trimestre sono cresciuti a 34 miliardi di euro rispetto ai 31,8 miliardi di euro di un anno fa, si legge in un comunicato.

Le vendite delle cosiddette linee commerciali di Axa, ovvero le polizze assicurative per le aziende, sono aumentate del 7% su base comparabile a 12,1 miliardi di euro, sostenute dalla filiale statunitense Axa XL Insurance e dall'aumento dei prezzi in Turchia, Francia e altri mercati europei.

Anche le altre due divisioni principali - vita e asset management - hanno registrato vendite in aumento nel primo trimestre.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il Solvency II di Axa, una misura della solidità patrimoniale delle compagnie assicurative secondo le norme Ue, si è attestato al 229% a fine marzo, ovvero 2 punti percentuali in più rispetto alla fine del 2023.

Rispondendo a una domanda sull'impatto del crollo del ponte Francis Scott Key a Baltimora, il Cfo Alban de Mailly Nesle ha detto di aspettarsi che le richieste di risarcimento assicurativo connesse taglieranno meno di 100 milioni di euro dall'utile ante imposte del gruppo nel 2024.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Sabina Suzzi)