Italia markets open in 4 hours 1 minute
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.099,93
    +591,38 (+2,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2050
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    44.711,06
    -2.224,64 (-4,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.246,05
    -16,91 (-1,34%)
     
  • HANG SENG

    28.732,48
    +110,56 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

Azioni Eni: forse è ora di prendere profitto. Come operare

Investimenti Bnp Paribas
·2 minuto per la lettura

Nelle condizioni attuali, le azioni Eni potrebbero offrire opportunità ribassiste. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Turbo Certificates di BNP Paribas.

Chiuso finalmente il gap aperto a marzo, per le azioni Eni sembrerebbe arrivato il momento di riprendere fiato.

Lo scorso 29 ottobre la discesa delle azioni Eni a 5,726 euro ha rappresentato la premessa per una fase rialzista che ha permesso al quadro grafico di assumere un aspetto particolarmente costruttivo.

A partire da novembre i corsi hanno registrato una decisa accelerazione che ha spinto i prezzi prima oltre l'ostacolo rappresentato dalla trendline ribassista scaturente dai top del 8 giugno e del 21 luglio e poi, nella seconda metà di novembre, di bucare la media mobile a 200 periodi.

Superata al MM200, il trend rialzista è proseguito anche se l'intensità dell'avanzata dei prezzi si è ridotta seguendo la linea ottenuta dei massimi del 25 novembre e del 14 dicembre.

Il breakout anche di questo livello ha permesso ai corsi del titolo Eni di andare a chiudere il gap di marzo sopra quota 10 euro.

Riteniamo che, in presenza di un RSI in ipercomprato, il raggiungimento di questo obiettivo possa minare nel breve le possibilità di ulteriori rialzi ed in questo contesto stimiamo un ritorno in direzione dell'ultima resistenza citata, ora divenuta supporto.

Azioni Eni: strategie operative

Dal punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di natura ribassista da 10,15 euro. Lo stop loss sarebbe localizzato a 10,5 euro mentre l'obiettivo principale a 9,95 euro. Il target finale andrebbe posto a 9,85 euro.

Per questo tipo di operatività, si adatta il Certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NLBNPIT11M15 e leva 7,12.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online