Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,28 (-0,42%)
     
  • BTC-EUR

    43.056,92
    -4.274,13 (-9,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.782,10
    +21,40 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1317
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8550
    +0,0056 (+0,66%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4528
    +0,0056 (+0,39%)
     

Azioni europee ancora preferite rispetto all’azionario USA. Ecco perché

·3 minuto per la lettura

Tra azioni europee e azionario USA dove dirigere i propri interessi nei prossimi mesi? La società degli investimenti BlackRock con i suoi fondi non ha dubbi, meglio seguire l’azionario europeo per ora e meno le azioni USA.

Secondo gli analisti di BlackRock, infatti, nonostante le trimestrali negli USA abbiano presentato una stagione degli utili sopra le previsioni, bisogna attendersi per il futuro una correzione al ribasso di questi ultimi. Una correzione degli utili che non significa l’inizio di un trend al ribasso, ma semplicemente che la ripresa dopo le chiusure pandemiche è ormai quasi del tutto compiuta, al netto delle strozzature che permangono lungo la catena di approvvigionamento di materie prime e di beni.

L’azionario USA

L’azionario USA, secondo BlackRock, come riportato dal Financialounge, è per l’80% sovraprezzato. Qui si guarda ai titoli azionari che compongono l’indice S&P 500. Secondo la società di investimenti molte delle società quotate negli USA lì presenti, si trovano oggi sui massimi livelli di prezzo.

Con il cambio di strategia nella politica monetaria da parte delle banche centrali, bisognerà stare molto attenti a come reagiranno i mercati.

Si fa notare, infatti, che la Banca centrale del Canada ha già reagito all’inflazione vista su livelli massimi da 20 anni a questa parte e quindi sta anticipando la stretta sulla politica monetaria nazionale.

USA e Canada hanno economie tra loro molto legate.

Azioni europee

Le azioni europee sono, invece, ancora underperform e quindi su una traiettoria di risalita che, secondo BlackRock, permette agli investitori di esporsi per incassare gli ulteriori guadagni previsti.

Gli analisti notano che gli utili aziendali restano più alti, o comunque in crescita, in Europa rispetto agli Stati Uniti.

Questa dinamica fa protendere BlackRock verso l’azionario europeo. Una indicazione che la società statunitense sta ripetendo ormai da molti mesi.

L’orizzonte è positivo

BlackRock, poi, alla luce delle criticità che si presentano sui mercati finanziari, tra cui l’inflazione alta spinta dalle materie prime in forte rialzo e dalle catene di approvvigionamento in difficoltà, mantiene il suo outlook positivo.

Se vi saranno correzioni, quindi, non si tratterà di forti crolli. E si fa notare che anche se le banche centrali alzeranno i tassi per contrastare l’inflazione, ormai chiaramente diretta verso l’alto, questo non dovrebbe spaventare troppo. I tassi di interesse sono su livelli storicamente bassi e su livelli bassi resteranno anche dopo le correzioni al rialzo.

Le indicazioni di investimento che giungono dalla COP26

Allargando l’orizzonte ai prossimi anni, chi ha letto i discorsi della due giorni iniziale della COP26 in corso a Glasgow (Regno Unito), avrà appreso che gli Stati stanno promettendo trilioni di dollari di investimenti, maggiore collaborazione e sostegno al privato affinché investa nella transizione energetica, e il sostegno di grandi imprenditori come Bill Gates e Jeff Bezos pronti a mettere miliardi di dollari in nuovi mercati, tra cui l’Africa.

Si apre, cioè, un portone di opportunità – più che una finestra – che andrà seguita. Bisognerà studiare e capire dove questi trilioni di dollari verranno investiti e sarà utile approfittarne.

Se la COP26 dovesse davvero rappresentare l’inizio di una svolta concreta, il cambiamento richiederà la nascita di nuove tecnologie e il miglioramento di quelle esistenti. La nascita di nuovi lavori, la crescita di una nuova economia. Bisognerà decidere se approfittarne o restare a guardare.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli