Italia markets open in 8 hours 34 minutes
  • Dow Jones

    34.792,67
    -323,73 (-0,92%)
     
  • Nasdaq

    14.780,53
    +19,24 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    27.584,08
    -57,75 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,1841
    -0,0027 (-0,22%)
     
  • BTC-EUR

    33.723,66
    +1.026,26 (+3,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    977,06
    +50,30 (+5,43%)
     
  • HANG SENG

    26.426,55
    +231,73 (+0,88%)
     
  • S&P 500

    4.402,66
    -20,49 (-0,46%)
     

Azioni USA o Italiane? Meglio le seconde sulle prime arrivano le tasse

·3 minuto per la lettura

Davvero è ancora tempo di azionariato? Nelle ultime settimane abbiamo provato a spiegare perché è ancora tempo di acquistare alcuni tipi di titoli azionari, come ad esempio quelli europei, e perché per l’investitore che guarda ai mercati asiatici puntare sulle azioni giapponesi è meglio.

Resta tuttavia qualche incognita ed è per questo che bisognerà abituarsi alla volatilità dei mercati azionari.

Al netto di ciò, vediamo perché una porzione di azioni USA sono da evitare in questa fase, e perché le azioni italiane possono invece dare interessanti soddisfazioni a quegli investitori che preferiscono definirsi investitori, piuttosto che trader con i CFD.

Azioni USA e tasse

Negli USA si discute di nuove tasse in arrivo per finanziare i progetti di ripresa dell’economia statunitense, e potrebbe arrivare anche una tassazione sui capital gain che sta scaldando non poco gli investitori.

In uno scenario del genere le società tecnologiche (big tech) sono considerate le più esposte insieme al settore della Sanità, riporta Finacial Lounge.

Se questa situazione dovesse confermarsi, è probabile che gli investitori si sposteranno sulle small e mid cap di Wall Street poiché le tassazioni è previsto vadano a colpire in particolare le grandi multinazionali.

Non solo, i portafogli finanziari potrebbero essere ricostruiti guardando agli ETF e alle gestioni patrimoniali per una strategia che premia l’efficienza fiscale, cioè per evitare le maggiori tasse.

Il BlackRock Investment Institute ha pubblicato un report al riguardo nel quale analizza appunto la situazione. Nel breve periodo, potrebbero allontanarsi un po’ dalla Borsa di New York per prediligere i mercati europei che sono visti in crescita per i prossimi mesi almeno.

Azioni italiane posizionate bene

Le azioni della Borsa di Milano sono viste in buona salute e ben posizionate per ulteriori guadagni nel secondo semestre del 2021.

L’Italia torna ad essere una economia in cui investire e il merito è del Piano nazionale di recupero e resilienza (Pnrr) che prevede nei prossimi 7 anni ingenti investimenti in infrastrutture ad ampio spettro, per ammodernare il paese.

Le società quotate in borsa a Milano posizionate nei settori della digitalizzazione, della sicurezza informatica, della costruzione di infrastrutture ferroviarie e nella ristrutturazione del patrimonio edilizio privato, sono le società che più di altre beneficeranno dei rialzi (potenzialmente) nei prossimi anni.

Supportano l’Italia anche la credibilità del governo di Mario Draghi, che forse per questo non potrà che restare al suo posto sino alla fine.

Ma anche il passo verso il debito comune europeo nell’area dell’euro è un indicatore forte che dà fiducia ai mercati.

L’azionario europeo

Ma il piano Next Generation EU è un progetto europeo e per questo motivo è tutta l’Europa a divenire un mercato interessante per gli investitori.

Come spiegavamo ieri nell’articolo dedicato alle azioni europee, gli investitori statunitensi ed asiatici sono poco presenti in Europa e i nuovi interessi potrebbero ora attrarli di nuovo.

Kairos vede in particolare il mercato italiano, tedesco e svedese come quelli meglio posizionati, poiché sono quelli che ritengono abbiano guidato il rialzo, come riporta FinanciaLounge.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli