Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.198,20
    -7,58 (-0,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9867
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Bae Systems vede maggiore crescita nel 2023

Il logo Bae Systems presso la Mostra internazionale e esposizione di volo di Farnborough, in Gran Bretagna

LONDRA (Reuters) - Bae Systems, la più grande azienda britannica nel settore della difesa, ha previsto una maggiore crescita per il prossimo anno grazie all'aumento della spesa militare legato alla guerra in Ucraina, che le consentirà di registrare un portafoglio ordini "molto forte" nel 2022, tra cui un contratto navale da 4,2 miliardi di sterline.

Il costruttore di navi da combattimento, sottomarini e jet da combattimento ha detto di essere sulla buona strada per raggiungere la propria guidance per la crescita degli utili per azione sottostanti intorno al 4%-6% quest'anno a valuta costante.

Il rafforzamento del dollaro è un fattore favorevole per Bae, che ha previsto una crescita degli utili per azione dell'11-13% su base effettiva.

Il gruppo ha detto che l'espansione dei margini continuerà nel 2023.

"Vediamo una crescita delle vendite in tutti i settori e l'opportunità di migliorare ulteriormente le prospettive a medio termine, in quanto i nostri clienti affrontano l'elevato livello di minaccia", ha detto il Ceo Charles Woodburn in un comunicato.

Bae ha aggiunto che la Gran Bretagna ha confermato un ordine a lungo pianificato per navi da guerra antisommergibile di tipo 26, per un valore di 4,2 miliardi di sterline.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)