Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,68 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    46.062,58
    -5.273,77 (-10,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1021
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Balli caraibici vietati e multe

·1 minuto per la lettura
Carabinieri
Carabinieri

Le norme anti contagio disposte dal Governo contro la pandemia da Covid-19 sono molto chiare, ma nonostante questo spesso vengono violate. Questa volta è successo in un circolo privato di Roma, dove è stata organizzata una festa con tanto di balli caraibici vietati.

Festa in un circolo privato

All’interno del circolo privato erano presenti 39 persone, quasi tutte sudamericane, che sono state scoperte dai carabinieri mentre partecipavano ad una festa di compleanno in via di Torre Branca. I Carabinieri della Stazione IV Miglio Appio sono intervenuti durante il pomeriggio di venerdì 5 marzo, quando hanno notato delle persone ferme di fronte all’ingresso del locale chiuso. Quando hanno visto i carabinieri, queste persone hanno cercato di nascondersi all’interno del locale, molto conosciuto come ritrovo di appassionati di balli caraibici, senza farsi vedere.

I Carabinieri, però, hanno visto benissimo la scena e grazie a questo loro tentativo di nascondersi, hanno scoperto che all’interno di questo circolo era in corso una vera e propria festa di compleanno con 39 persone. I presenti, tutti di età compresa tra i 18 e i 45 anni, sono stati identificati ed è subito scattata una multa di 280 euro a testa, prevista in caso di assembramenti, dalla normativa anti-Covid. Tra le persone che hanno ricevuto la sanzione c’è anche il presidente del circolo privato, una donna originaria della Bolivia, di 46 anni. La festa di compleanno nascosta non è finita nel modo migliore e ora tutti dovranno pagare la multa, ricevuta a causa del mancato rispetto delle norme.