Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.362,53
    +689,34 (+1,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

"Balotelli su Dayane? Volgare e sessista", esposto del Codacons ad Agcom

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Dopo quanto accaduto ieri nel corso del Grande Fratello Vip, il Codacons chiede la chiusura anticipata della trasmissione e presenta un esposto all’Agcom affinché sia elevata una sanzione nei confronti di Mediaset. Al centro della vicenda "le battute sessiste e volgari ai danni della concorrente Dayane Mello da parte del calciatore Mario Balotelli".

"Stavolta è stato superato ogni limite e non bastano certo le scuse del giocatore per cancellare quanto avvenuto -spiega il presidente Carlo Rienzi-. Trasmissioni come il Gf Vip non sono solo estremamente diseducative, ma anche potenzialmente pericolose perché lanciano messaggi sbagliati ai giovani e li inducono a comportamenti sbagliati. Non c’è da meravigliarsi se in Italia crescono gli episodi di bullismo e violenza, specie contro le donne, considerato che la tv generalista diffonde sempre più spesso messaggi violenti, sessisti e volgari".

Pertanto il Codacons "chiede ai vertici Mediaset di disporre la chiusura immediata del programma, e presenterà lunedì un esposto contro il Gf Vip chiedendo di aprire una istruttoria ed elevare una salata sanzione contro l’azienda".