Italia Markets close in 5 hrs 6 mins

Banca Generali: a settembre raccolta netta tocca 309 mln, da inizio anno quasi 3,8 mld

simone borghi

A settembre la raccolta netta è stata di 309 milioni di euro, arrivando da inizio anno a quota 3,776 miliardi. Questo il dato reso noto da Banca Generali secondo cui il dato mensile è particolarmente positivo alla luce della stagionalità e delle imposte pagate nel periodo dalla clientela e pari a 109,6 milioni.

La discesa dei rendimenti nel corso del periodo estivo ha influito sulla composizione della raccolta netta. Si è assistito infatti ad una generalizzata presa di profitto sui governativi europei riflessa nella dinamica dell’amministrato con il deflusso dai conti di deposito titoli. La raccolta gestita è stata di 186 milioni per un totale di 1,867 miliardi da inizio anno.

Nello stesso tempo, si sono rafforzati i flussi verso i prodotti di risparmio gestito e assicurativo, ed in particolare verso la SICAV di casa lussemburghese, LUX IM1, (92 milioni di raccolta per un totale di 1,5 miliardi da inizio anno) e verso i prodotti assicurativi (116 milioni di nuovi flussi nel mese per un totale di 1,2 miliardi da inizio anno) per i quali è in corso la transizione verso nuovi contenitori ibridi e una nuova soluzione di private insurance particolarmente distintiva e altamente personalizzabile.

Infine, si segnala la continua crescita a ritmi sostenuti dei patrimoni sotto consulenza evoluta (Advisory) che hanno raggiunto i 4,4 miliardi di masse, con una crescita di 100 milioni nel mese e 2,1 miliardi da inizio anno.

“Un risultato molto solido per quantità e qualità del mix di raccolta. L’attenzione alle nostre esclusive soluzioni gestite e alla consulenza evoluta riflette la crescente domanda di personalizzazione e professionalità nei servizi patrimoniali. La diversificazione della gamma d’offerta ci sta avvicinando non solo a nuova clientela, ma anche a quel profilo di famiglie dai bisogni più complessi che apprezzano la nostra versatilità e l’approccio focalizzato alla protezione dal rischio. Ci aspettiamo che questo trend positivo prosegua anche nei prossimi mesi”, ha commentato l’ad e dg Gian Maria Mossa.