Italia markets close in 2 hours 13 minutes
  • FTSE MIB

    23.158,85
    +60,70 (+0,26%)
     
  • Dow Jones

    31.961,86
    +424,51 (+1,35%)
     
  • Nasdaq

    13.597,97
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    30.168,27
    +496,57 (+1,67%)
     
  • Petrolio

    62,77
    -0,45 (-0,71%)
     
  • BTC-EUR

    42.143,81
    +455,84 (+1,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.029,14
    +14,22 (+1,40%)
     
  • Oro

    1.777,40
    -20,50 (-1,14%)
     
  • EUR/USD

    1,2219
    +0,0051 (+0,42%)
     
  • S&P 500

    3.925,43
    +44,06 (+1,14%)
     
  • HANG SENG

    30.074,17
    +355,93 (+1,20%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.708,06
    +2,07 (+0,06%)
     
  • EUR/GBP

    0,8637
    +0,0037 (+0,44%)
     
  • EUR/CHF

    1,1067
    +0,0039 (+0,35%)
     
  • EUR/CAD

    1,5263
    +0,0037 (+0,24%)
     

Banca Generali, utile trim4 +4%, cedola a 3,3 euro su utili 2019/20

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Banca Generali ha aumentato l'utile netto del 4% a 79,1 milioni negli ultimi tre mesi dell'anno scorso con ricavi d'esercizio a 617,6 milioni (+7%) e sottoporrà all'assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo di 3,3 euro sugli utili cumulati del 2019 e del 2020.

Con i risultati, la controllata del gruppo Generali ha anche reso noto il dato della raccolta di gennaio, pari a 393 milioni (di cui 225 milioni in soluzioni gestite) e definito "alla propria portata" il raggiungimento di tutti i principali target del proprio piano triennale.

Quanto al dividendo, una nota precisa che 2,7 euro verranno pagati dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021 e 0,6 euro per azione dal 15 gennaio al 31 marzo 2022.

Tuttavia questo è subordinato, tra le altre cose, alla verifica da parte del Cda "dell'assenza di limiti e condizioni dettati dalla Banca Centrale Europea e da Banca d'Italia che possano confliggere ovvero limitare la distribuzione come sopra determinata e, in ogni caso, in conformità alle disposizioni e agli orientamenti di vigilanza tempo per tempo vigenti", dice la nota.

Il risultato netto del quarto trimestre è stato sostenuto da una netta accelerazione delle voci di ricavo ricorrente (margine d'interesse +12% a 22,5 milioni e commissioni di gestione +5,5% a 178,6 milioni) nonostante il minor contributo delle commissioni variabili (-19% a 41,3 milioni) e un innalzamento del carico fiscale del 4,2%.

L'utile netto ricorrente dell'esercizio, al netto di commissioni di performance, ricavi da trading non ricorrenti, costi straordinari e variazione di perimetro, si attesta a 158,8 milioni, con un progresso del 7%.

(Maria Pia Quaglia, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)