Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    41.800,40
    +779,49 (+1,90%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1916
    -0,0063 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,51 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1085
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5068
    -0,0094 (-0,62%)
     

Banca Mediolanum, a gennaio raccolta netta di 435 milioni

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Banca Mediolanum ha registrato lo scorso gennaio una raccolta netta di 435 milioni di euro, in calo dai 789 milioni dello stesso mese del 2020. I volumi commerciali si attestano a 680 milioni, in flessione dai 995 milioni del gennaio dell'anno scorso. L'erogazione di mutui e prestiti ammonta a 236 milioni, in aumento dai 198 milioni di un anno fa.

“Prosegue con l’avvio del 2021 il trend estremamente positivo dei volumi commerciali, nonostante gennaio sia solitamente un mese contrassegnato da forte stagionalità", commenta Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum. "I 680 milioni complessivi segnano un eccellente risultato soprattutto per il mix dei suoi componenti, ottenuto grazie al continuo lavoro di trasformazione della liquidità in asset gestiti già osservato nel secondo semestre dello scorso anno. Infatti, la parte del leone viene giocata dai forti flussi in risparmio gestito, superiori a 300 milioni e circa il doppio rispetto al 2020, caratterizzati da grandissima qualità vista la prevalenza di soluzioni di investimento di lungo periodo come le polizze unit-linked a vocazione azionaria".

Inoltre, conclude Doris, "si conferma l’incremento delle erogazioni di credito alla clientela e della raccolta in polizze legate alla protezione della persona, a dimostrazione dell’attenzione a tutti i bisogni finanziari che riguardano i nostri clienti. I due business inoltre sostengono la diversificazione dei ricavi ricorrenti, caratteristica che contraddistingue l’unicità del nostro modello rispetto alla concorrenza".